Ultime

“Nel nome dei Puccini”: tre giorni di eventi a Lucca per ricordare i due compositori

Pin It

Le tre date sono organizzate dalla Fondazione Puccini e dalla Sagra Musicale Lucchese


Nel nome dei Puccini


Due conferenze ed una messa in suffragio celebrano il padre Michele e il figlio Giacomo
e chiudono il calendario della 50ma Sagra Musicale Lucchese
Il 27, 28 e 29 novembre a Lucca

 

Ingresso libero

 

La Sagra Musicale Lucchese e la Fondazione Giacomo Puccini celebrano i Puccini con tre eventi a fine novembre nel 200mo anniversario della nascita di Michele e nell’89mo anniversario della morte di suo figlio Giacomo.

Si chiude così, con tre giorni di iniziative musicali a ingresso libero nel nome dei due importanti compositori il 27, 28 e 29 novembre, il calendario della 50ma edizione della Sagra Musicale Lucchese, fondata e organizzata da Comune di Lucca, Provincia di Lucca e Arcidiocesi di Lucca, prestigiosa quanto longeva manifestazione di musica sacra nata dall’idea di Don Emilio Maggini ed oggi diretta dal Maestro Luca Bacci.

L’iniziativa viene presentata mercoledì 20 novembre nella Sala degli Specchi del Comune di Lucca, in conferenza stampa, dal sindaco Alessandro Tambellini, dall’assessore della Provincia di Lucca Diego Santi, dal direttore del Centro per la cultura e il dialogo dell’Arcidiocesi di Lucca don Piero Ciardella, dal direttore della Fondazione Giacomo Puccini Gabriella Biagi Ravenni, dalla presidente della Sagra Musicale Lucchese Francesca Pacini e dal direttore artistico del festival Luca Bacci.

 

Mercoledì 27 novembre, giorno del 200mo anniversario della nascita di Michele Puccini, alle 21 nella casermetta San Colombano (sede della Fondazione Giacomo Puccini) è prevista la conferenza “Michele Puccini: l’uomo, lo studioso, il compositore”. Nella prima parte dell’incontro, il direttore della Fondazione Gabriella Biagi Ravenni leggerà alcune lettere scritte da Michele e Giacomo, studenti il primo a Bologna e Napoli e l’altro a Milano, e destinate ai familiari, madri e sorelle: molte le coincidenze che legano il padre al figlio, con due storie molto simili nei percorsi di studio seguiti da entrambi. Poi, quel che ha fatto di Giacomo il musicista conosciuto in tutto il mondo: a differenza del padre, che rimane a Lucca per cercare la sua strada e per dare un contributo importantissimo, da studioso, alla ricostruzione della storia musicale della città, il figlio parte a cercare fortuna. E la trova.

Nella seconda parte, il direttore della Sagra Musicale Lucchese Luca Bacci parlerà dello stile compositivo di Michele Puccini e del difficile ma affascinante lavoro di revisione e trascrizione in versione moderna dei manoscritti originali del compositore, che il Maestro Bacci ha curato.

 

Giovedì 28 novembre alle 16,30, sempre nella casermetta San Colombano, si terrà una seconda conferenza dal titolo Giacomo Puccini tra fumo, motori, malattie e rimedi (efficaci e non)”. Il relatore Luca Berni, storico della musica e direttore della programmazione di Rete Toscana Classica, parlerà di Puccini uomo vivo, vitale, compositore sommo. Puccini, tra le passioni extra musicali, ha avuto motori e fumo, ma anche il desiderio di non invecchiare che gli ha fatto consultare medici, anche di dubbia utilità, e provare cure, spesso inutili. In questo incontro Berni parlerà anche dei rimedi che Giacomo ha sperimentato durante la sua vita, e in particolar modo quelli di cui chiede spiegazioni e consigli nella corrispondenza con un amico, che sono i più vari e anche sorprendenti.

 

Venerdì 29 novembre, 89mo anniversario della morte di Giacomo Puccini, doppio appuntamento. Alle 16 la possibilità, per chi si prenota al numero 0583.584028, di fare una visita guidata al Puccini Museum condotta per l’occasione dal direttore della Fondazione Puccini, Gabriella Biagi Ravenni.

Alle 18 nella Cattedrale di San Martino, sarà celebrata una messa in suffragio di Giacomo Puccini. La Cappella Santa Cecilia diretta da Luca Bacci, con l’organista della Cattedrale Giulia Biagetti, eseguirà il Requiem aeternam, l’offertorio, il Sanctus e benedictus, l’Agnus Dei e il Lux aeterna dal Requiem in do minore di Franz Joseph Haydn, recentemente ritrovato ed ancora in fase di studio per autenticarne la paternità. Sarà inoltre eseguito il Requiem che Giacomo Puccini compose il 14 gennaio 1905, dedicato alla memoria di Giuseppe Verdi: una piccola perla del grandissimo operista dove le voci del coro sono intercalate assieme al dolce lamento di una viola.

 

I tre appuntamenti sono a ingresso libero.

Per informazioni: 340.30.42.039; www.sagramusicalelucchese.com;

Facebook: https://www.facebook.com/SagraMusicaleLucchese

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*