MUSICAPER 2015 negli Hospice coi Fo(u)r Woods

MUSICAPER 2015 negli Hospice coi Fo(u)r Woods

MUSICAPER 2015 negli Hospice coi Fo(u)r Woods

Dalle Oblate a San Felice a Ema “Carlotta Antinori”

quattro musicisti con in mano un clarinettoIl Quartetto di Clarinetti Fo(u)r Woods, costituito dalla sezione dei Clarinetti dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino – Riccardo Crocilla (clarinetto), Leonardo Cremonini (clarinetto), Paolo Pistolesi (clarinetto piccolo) e Sabrina Malavolti (clarinetto basso) – chiuderà la rassegna di incontri musicali del Progetto MUSICAPER 2015, ideato e realizzato dall’Associazione culturale AIDASTUDIO, in collaborazione con le strutture sanitarie dell’ASL 10 di Firenze, la Fondazione FILE, l’Opera di Firenze – Teatro del Maggio Musicale Fiorentino e il sostegno dell’Ente Cassa di Risparmio.

Due gli appuntamenti che vedranno protagonisti i Fo(u)r Woods, lunedì 14 dicembre 2015. Alle ore 11.00 saranno ospiti dell’Hospice Convento delle oblate e alle ore 14.00 si esibiranno all’Hospice di San Felice a Ema, sorto in memoria di Carlotta Antinori.

Quelle originali sonorità unite ad inediti giochi timbrici e coloristici e alle trascinanti combinazioni ritmiche stanno alla base del loro repertorio, costituito interamente da trascrizioni che viaggiano attraverso il Pianeta quali brillanti spaccati dell’Umanità che dalle folk dances arrivano alle songs e ai ragtimes americani. Un dialogo di affascinanti sonorità che nasce dalle più ampie libertà espressive e dal piacere di suonare insieme.

Dall’Opera da tre soldi di Kurt Weill, ai ragtimes di Scott Joplin, passando per i capolavori jazz di George Gershwin saranno le colonne sonore dei due ultimi appuntamenti MUSICAPER 2015; incontri musicali che porteranno ai pazienti piccoli momenti di serenità, di calma, di distrazione, di intima relazione, di condivisione, di vitale bellezza, di empatiche sensazioni, di speciali incontri, con la volontà e la speranza di un sensibile miglioramento dei loro stati psicologici ed emozionali e di un allontanamento, seppur momentaneo, dalle sofferenze e dai dolori della malattia.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*