L’angolo della poesia: “Monte dei pegni” di Cettina Lascia Cirinnà

Cari amanti della poesia, oggi è la volta di una voce nuova per la nostra rubrica e per il nostro giornale: Cettina Lascia Cirinnà.


L’autrice nasce a Noto (SR)  il 29 gennaio 1959, si diploma al Liceo Scientifico “E.  Majorana” e frequenta la facoltà  di Lettere moderne dell’Università di Catania.

Per motivi personali e di lavoro  si trasferisce in Lombardia dove si occupa  della famiglia e lavora nella Pubblica Amministrazione.

Naturalmente la nostalgia per la Sicilia è sempre latente nella sua vita quotidiana ed essere nata a Noto – in questo paese in collina, denominato  il”Giardino di pietra”e diventato da pochi anni patrimonio dell’Unesco – la riempie di orgoglio.

L’autrice ha iniziato a scrivere le proprie emozioni due anni fa, dopo aver assistito in prima persona alla trasformazione dei tratti del viso di una madre a causa di un evento doloroso.

La sua poetica è sicuramente introspettiva, senza perdere di vista il mondo che la circonda e che, infatti, vive nelle sue poesie, rivolte alle persone fragili e deboli che popolano i margini della società.

Coltiva la speranza nell’avvento di un Mondo migliore e crede che educare l’anima alla Poesia possa aiutare a recuperare i valori per cui l’uomo si distingue dagli altri esseri viventi.

Di questa artista, di cui ci ha colpito la sensibilità prima ancora della sua bravura, vi proponiamo la poesia “Monte dei pegni”.

Monte dei pegni


Con il corpo

piegato a metà

m’incammino sola,

il palmo delle mani

striscia rasente ai muri

di questa città sconosciuta.

Il buio mi circonda

mi tiene in ostaggio

mi deride …

A stento aiuto

le mie gambe pesanti

a salire questi gradini

di marmo …

Occhi di ghiaccio

mi guardano indifferenti,

mi strappo l’Anima

la consegno al banco

del Monte dei pegni

per poche lire!

Avete scritto delle poesie ma le avete lasciate chiuse in un cassetto o relegate in una cartella, magari nascosta, del vostro pc? Tiratele fuori e mandetecele! Questa rubrica è stata creata per condividere emozioni e non per scovare (ed esaltare) novelli Leopardi. Inviateci i vostri versi a ilmiogiornale@infinito.it, in un file allegato all’e-mail (formato .rtf, .doc o. pdf), accompagnati da una vostra breve biografia e, se lo desiderate, anche da una vostra foto. Gradiamo particolarmente poesie su tematiche sociali.

E non dimenticate che fino al 2 maggio sarà possibile partecipare al premio di poesia “Paola Albanese”, organizzato dal nostro giornale e dal portale letterario L’isola della poesia!

1 thought on “L’angolo della poesia: “Monte dei pegni” di Cettina Lascia Cirinnà

  1. Grazie alla Redazione del – il mio giornale.org –
    Auguri di Buona Pasqua a tutti i lettori.
    Cettina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*