Ultime

“Mille baci” è il titolo del nuovo album di Patrizia Cirulli

Pin It

mille_baci

 

Patrizia Cirulli ci trascina in mondi onirici  con le sue canzoni dall’atmosfera magica che solo testi poetici, ben calibrati con le melodie, riescono a regalarti. E ci presenta “Mille baci” il suo nuovo album, di cui avevamo conosciuto il singolo “Deseo” che la cantautrice aveva interpretato con l’attore spagnolo Sergio Muniz, proposto al pubblico in giugno e che anche il mio giornale aveva recensito .

In “Mille baci” il partner è Giancarlo Cattaneo storico speaker radiofonico.

E Catullo torna così alla ribalta con i suoi versi “tu dammi mille baci e quindi cento, quindi mille continui e quindi cento” fraseggiata da Cattaneo e cantata dalla voce sensuale della Cirulli. “C’è una ricchezza enorme nei testi dei grandi poeti” spiega la cantautrice “è un peccato non poterli utilizzare. Io mi metto di fronte al testo poetico e cerco di sentire la melodia che può uscire dalle parole, poi cerco di sentirli dentro, emotivamente, per poi creare delle canzoni.” E la Cirulli è riuscita davvero in questa sua operazione “è entrata nei testi”  cogliendone l’essenza e, lungi dall’essere melensa, ci ha offerto un lavoro intrigante e raffinato, ricco di atmosfere oniriche che, appunto, fanno sognare.

Francesca Lippi

 

L’album

Grandi nomi della poesia italiana ed internazionale firmano i testi delle canzoni di questo lavoro.

Testi poetici diventano vere e proprie canzoni di musica leggera, a partire da FRIDA KAHLO, dove per la prima volta un suo testo, in cui declama il suo amore per Diego Rivera, viene musicato in forma canzone.
Altra rarità, l’eccezionale presenza di un testo di EDUARDO DE FILIPPO che diventa canzone.

La cantautrice milanese ha composto tutte le musiche dei brani lasciandosi ispirare dalla componente emotiva del testo.

Nell’album si alternano brani con testi di Oscar Wilde, Catullo, Quasimodo, Garcia Lorca, Pessoa, Saba, Baudelaire, Trilussa, D’Annunzio, Merini.

Il disco è anticipato dal singolo “Mille baci” e dal relativo video girato a Milano.
Il famoso testo di Catullo si trasforma in strofe e ritornello da poter cantare fra chitarre acustiche e atmosfere sognanti, impreziosito dal featuring con lo speaker radiofonico Giancarlo Cattaneo.

Vari ospiti duettano con Patrizia nell’album, da Sergio Muñiz a Fausto Mesolella, Lele Battista e Andrea Di Cesare e suonano alcuni fra i migliori musicisti italiani quali Tony Canto, Massimo Germini, Davide Ferrario, Luigi Schiavone, Giordano Colombo.

La produzione artistica è curata da Lele Battista.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*