Ultime

Messico: A Tancitaro “la polizia dell’avocado” difende piantagioni e cittadini

Pin It

 

 

Nell’area sud-ovest del Messico, precisamente a Tancítaro, città nello stato del Michoacán, è nato un vero e proprio esercito di volontari a difesa delle piantagioni di avocado, prodotto che costituisce una ricchezza da esportare per lo stato del Messico; per questo è stato ribattezzato “l’oro verde”. La domanda globale per questo prodotto continua a crescere vertiginosamente e così i prezzi hanno portato anche solo uno di questi frutti a costare 80 pesos, cioè circa 3.8 euro, l’equivalente di una giornata di salario minimo di un contadino messicano. Una parte considerevole della domanda globale è rappresentata dagli Stati Uniti, dove il consumo di questo prodotto accresce di anno in anno con un ritmo del 15%.
Il Messico è lo stato in cui si coltiva il 45% della produzione mondiale e le esportazioni portano un notevole profitto per il paese, ad esempio nel 2016 c’è stato un guadagno di circa 20 miliardi di dollari.
Una città in particolare, Tancítaro, esporta e distribuisce via nave, ogni giorno una quantità di avocado che vale oltre un miliardo di dollari, infatti è stata nominata ‘la capitale dell’avocado’, in quanto è la città che, nello stato messicano, ne produce in quantità maggiore.
Tancítaro è diventata una città ricca ed è entrata anche nell’occhio della criminalità organizzata, in particolare dai cartelli del narcotraffico, i quali hanno imposto un pizzo sulle piantagioni di avocado in quanto da tempo sono alla ricerca di nuovi commerci nell’economia locale. I prezzi del frutto infatti sono notevolmente aumentati e quello che prima era un prodotto popolare, adesso sta diventando un lusso per pochi. Sono nate così delle ronde civiche di autodifesa, formate da vigilanti volontari e paramilitari, per difendere i coltivatori e l’area industriale più remunerativa del paese. Il fenomeno delle milizie civiche non è nuovo in Messico, ma è sempre stato smantellato dalle autorità o sopraffatto dai narcos. Ma, come ha spiegato il capo del Cuerpo de Seguridad Publica di Tancítaro, José Hugo Sánchez Mendoza, la missione di difesa è stata concordata  con le autorità locali e con i coltivatori a patto che l’organizzazione fosse formata da cittadini del comune, addestrati da forze federali. Alle spese per questo progetto contribuiscono i proprietari delle coltivazioni e il municipio.
Nelle aree della città sono presenti diversi gruppi di questa ‘polizia dell’avocado’, così viene anche chiamata, proteggendo i proprietari che temono rapimenti o addirittura assassini, anche dei vari componenti delle loro famiglie.
Attualmente il consumo di questo prodotto è sceso da circa 9 chili all’anno a circa 7,5 chili, in quanto molti ritengono che sia diventato un frutto troppo costoso, ma a poco a poco si spera di poter tornare alla normalità nella città di Tancítaro e che si possa aprire un lungo periodo di sviluppo di tutta l’ industria legata alla produzione dell’avocado.

Ilaria Filippini
Fonte:blitzquotidiano.it

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*