Messico: liberata dopo 2 anni Cristel Piña. Era innocente

cristel-400x257

Il 2 dicembre Cristel Fabiola Piña Jasso , 25 anni, madre di due figli, è stata rilasciata da una prigione a Ciudad Juárez, dopo aver trascorso oltre due anni in carcere. Era stata arrestata nel 2013 e sottoposta a stupro e ad altre torture affinché confessasse di aver realizzato filmati compromettenti a scopo di estorsione, accusa poi rivelatasi falsa.

Sempre il 2 dicembre Adrián Vásquez, conducente di autobus e padre di quattro figli, è stato rilasciato dopo aver trascorso oltre tre anni in carcere. L’uomo era stato arrestato nel 2012 e torturato affinché confessasse di essere un importante trafficante di droga, accusa poi rivelatasi falsa.

La notizia è datata ma abbiamo deciso di metterla lo stesso per la sua enorme importanza. In Messico, purtroppo,  donne e  uomini sono spesso vittime di tortura messa in atto dagli agenti che li arrestano.

Se gli agenti vengono denunciati, solo in casi rarissimi sono arrestati e processati. Spesso, invece, sono i familiari dei detenuti,  che come è successo a quelli  di Cristel Piña, al momento di denunciare maltrattamenti e violenze verso i loro congiunti, subiscono pressioni e addirittura minacce di morte dalla polizia.

Ricordiamo che Ciudad Juárez, città dello stato di Chihuahua, è tristemente famosa per il femminicidio in atto da anni. Sono più di 5 mila le donne tra i 12 e i 45 anni che sono uscite da casa senza più tornarvi, tra queste molte sono “desaparecidas” oppure vengono trovate morte, spesso con gli arti amputati, proprio di fronte alle proprio abitazioni.(F.L.)

Fonte: Amnesty.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *