Lucca: venerdì prima giornata di studi del progetto di ricerca della Fondazione Tobino

Lucca: venerdì prima giornata di studi del progetto di ricerca della Fondazione Tobino

Lucca, 29 febbraio 2012


Lucca crocevia di cultura, letteratura ed arte nel Novecento in una ricerca della Fondazione Tobino

Venerdì 2 marzo la prima giornata di studi del progetto nazionale curato da Giulio Ferroni

 

Cultura, letteratura, arte tra Versilia, Lucca e Garfagnana nel Novecento. La Fondazione Mario Tobino riunisce esperti e studiosi per ricostruire la storia del nostro territorio, crocevia della cultura del secolo scorso, partendo da Pascoli, d’Annunzio e Puccini, per arrivare a Monicelli e Tobino.

Questo il percorso del progetto interdisciplinare “Storia della cultura della Toscana nord-occidentale tra Ottocento e Novecento”, che vede domani (venerdì 2 marzo) la prima giornata di studi (quella prevista il 3 febbraio fu rinviata a causa del maltempo), nella Palazzina dei Medici dell’ex Ospedale psichiatrico di Maggiano (sede della Fondazione), con un tavolo di importanti studiosi per ogni campo del pensiero e dell’arte.

Il coordinamento della ricerca, di livello nazionale e sostenuta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, è affidato ad uno dei maggiori storici e critici della letteratura italiana, Giulio Ferroni. L’esito del progetto, che interessa scrittori, artisti, giornalisti, musicisti nativi del territorio, in esso operanti o che vi hanno effettuato soggiorni significativi, con l’indicazione dei diversi percorsi e della rete di rapporti interni ed esterni, produrrà un archivio di immagini e di oggetti, un’analisi del territorio come “set” di opere e di vita ed un volume che raccoglierà i diversi contributi.

La riunione vedrà partecipare, dalle 11 alle 16, Umberto Sereni, Paolo Febbraro, Emma Giammattei, Silvia Tatti, Antonio Rostagno, Carla Sodini, Paola Italia, Beatrice Alfonzetti, Alessandra Di Ricco, Alessandro Viti, Simone Villani, Massimo Marsili. Nell’incontro saranno definite le linee metodologiche che serviranno ad indagare una vera e propria specificità culturale, un modo particolarissimo dell’essere italiano e toscano da approfondire in tutta la sua ricchezza, anche nel senso di una più ricca valorizzazione delle risorse culturali, umane, sociali, della progettazione di una gestione “culturale” del territorio, adeguata alle necessità del presente.

 

Per informazioni: www.fondazionemariotobino.it, 0583 327243.

 

Nella foto, Mario Tobino

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*