Le isole più ricche di storia del Mediterraneo

The windmills are the quintessential features of Mykonos landscape.

Il Mediterraneo non è solo un mare dall’altissimo valore turistico, economico e culturale. Sulle sue coste si sono sviluppate ed estinte civiltà affascinanti, capaci di plasmare l’ambiente, creando un “melting pot” di lingue e sapori che ancora oggi fa l’invidia del mondo intero. Scopriamo insieme le isole del nostro mare dal più alto valore storico. Prima di cominciare, una nota dovuta: vista l’immenso patrimonio artistico e culturale della zona, è risultato necessario fare una selezione rigida sulle isole da trattare nell’articolo, escludendo altri arcipelaghi degni di menzione.

Mykonos: glamour e storia

Le migliori sistemazioni di Mykonos, con ville bianche e piscine cristalline che si tuffano in un mare turchese, portano alla mente immagini di lusso e relax in uno scenario paradisiaco. Forse molti non sanno però che una delle isole più famose del ricchissimo arcipelago greco offre anche un patrimonio storico culturale che non teme rivali.

I primi insediamenti sull’isola sarebbero infatti risalenti a ben tre millenni fa. Le splendide coste e le colline sarebbero state anche lo scenario di una battaglia del mito greco fra Zeus e i Titani. Chiunque decida di passare le vacanze qui, non può non visitare gli splendidi mulini a vento, un tempo elemento fondamentale dell’economia isolana.

Pianosa

Non poteva mancare un esponente della nostra meravigliosa Toscana. Se l’Elba e il Giglio sono le opzioni più note per il turismo di “massa”, Pianosa è ancora oggi una perla rara, da scoprire con tempi e modi lontani dall’iper-rapidità moderna. La morfologia del territorio, come si può intuire dal nome, è totalmente pianeggiante e ha reso sostanzialmente impossibile difendere il territorio nel corso dei secoli passati.

Tale circostanza ha favorito il susseguirsi di varie dominazioni, compresa quella del Principato Elbano sotto Napoleone, prima di diventare nel 1861 una colonia agricola penale. Le carceri vennero chiuse nel 1998 e da allora Pianosa è visitabile in giornata da gruppi guidati e a numero chiuso.

Mallorca

Le Baleari sono spesso associate a Ibiza, Formentera e alla vita notturna. Ma questo arcipelago ha molto da raccontare anche dal lato storico. L’isola principale, Mallorca per l’appunto, non ha solo delle bellissime spiagge ma anche una delle più affascinanti città di fondazione romana su territorio spagnolo. Parliamo di Palmeria, ora Palma de Mallorca, centro pulsante della vita isolana.

Ma il susseguirsi di dominazioni di vari popoli ha influenzato l’architettura del luogo come dimostrano la cattedrale gotica e i palazzi arabi. Per ammirare quanto ha da offrire Mallorca, consigliamo il giro turistico sul treno che da Palma porta alla storica cittadina di Soller.

Cliffs of Bonifacio- Corsica

Corsica

L’isola, geograficamente e culturalmente vicina al nostro Paese, ha un’eredità unica e scenari incantevoli. Per secoli è stata oggetto degli interessi delle Repubbliche marinare italiane prima che la famiglia d’Aragona ne prendesse il controllo. Ed è proprio intitolata al re d’Aragona una delle zone di maggiore interesse turistico, una formazione rocciosa scolpita dagli agenti naturali lungo i faraglioni di Bonifacio.

La Cittadella di Calvi, edificata dalla Repubblica genovese, attesta ancora una volta la moltitudine di influenze esterne che hanno contribuito a plasmare un’isola ricca di contraddizioni e diversità culturale. Una visita imperdibile per questa estate o per la prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.