L’attrice Bianca Nappi inaugura la 2/a edizione di Saturnia Film Festival

L’attrice Bianca Nappi inaugura  la 2/a edizione di Saturnia Film Festival

 

 

Il monologo comico dell’attrice Bianca Nappi, ispirato al testo “La sua grande occasione” di Alan Bennett, inaugurerà, mercoledì 31 luglio (alle ore 19, ingresso libero), presso la Cantina dei Vignaioli del Morellino di Scansano (Grosseto), la 2/a edi-zione del Saturnia Film Festival, la manifestazione dedicata al meglio della cinematografia “breve” con cortometraggi provenienti da tutto il mondo, itinerante – fino al 4 agosto – a Manciano (1° agosto), Rocchette di Fazio (2 agosto), Montemerano (3 agosto) per poi concludersi presso il prestigioso Parco Piscine Terme di Saturnia.

L’attrice Nappi racconterà le tragicomiche avventure di un’aspirante attrice che, dopo una serie di ruoli marginali, viene finalmente ingaggiata per recitare in un film destinato al mercato estero.
Alle 22 il festival si sposta a Saturnia, in piazza Vittorio Veneto, con due programmi di cortome-traggi: eventi speciali e il “the best of 2018”. Tra gli eventi speciali le proiezioni di “#Smartpho-ne”; il regista Francesco D’Ascenzo, presenterà il trailer del suo nuovo lavoro, un documentario dal titolo “Qualcosa Rimane”, basato sulle testimonianze di personaggi celebri italiani come la ballerina Carla Fracci. E poi in programma anche la promo della ficiotn “Redemption for a lost soul” di Turi Occhipinti e Gaetano Scollo e infine il trailer del documentario “L’impronta del postino” di Cristiano Esposito.
In programma, poi, saranno proiettati i cortometraggi vincitori della passata edizione. Da “Cani di Razza” sulle speranze e le illusioni di una coppia di trentenni che decidono di scrivere la sce-neggiatura per il cortometraggio perfetto di Riccardo Antonaroli e Matteo Nicoletta (premio del pubblico e premio per il miglior attore protagonista) a “Madre” thriller psicologico del regista spagnolo Rodrigo Sorogoyen fino a “Magic Alps” sulla storia di un rifugiato afgano che arriva in Italia con la sua capra e cerca asilo politico per entrambi, dei registi AndreaBrusa e Marco Sco-tuzzi.
La manifestazione è ideata da Antonella Santarelli (architetto, regista e organizzatrice di eventi cinematografici), con la direzione artistica del regista Alessandro Grande, vincitore del David di Donatello 2018 con il corto Bismillah. La rassegna, che nasce per creare un contatto tra il cinema e il territorio, ha l’obiettivo di essere un punto di riferimento per i giovani autori.

 

L’iniziativa, organizzata dall’associazione culturale Aradia Productions, che produce eventi per la valorizzazione del territorio e di riflessione su temi sociali, è in collaborazione e con il supporto del Comune di Manciano, il Comune di Semproniano, Terme di Saturnia SPA&Golf Resort, Medu-sa Film, Fondazione Sistema Toscana, Cineclandestino.it, La Cantina dei Vignaioli di Scansano, Banca Tema, il ristorante Caino a Montemerano, I due Cippi a Saturnia e La Filanda a Manciano, l’Hotel Tuscany a Poggio Murella, opera dell’architetto Paolo Portoghesi che ospiterà per due notti tutti i registi selezionati in concorso.

I luoghi del festival: Piazza della Rampa di Manciano, Piazza del Castello di Montemerano, Parco Piscine Terme di Saturnia, Rocchette di Fazio (Semproniano) e Saturnia, Cantina dei Vignaioli del Morellino (Scansano).

Info: ingresso libero fino a esaurimento posti. Sito web http://www.saturniafilmfestival.it/ – mail: info@saturniafilmfestival.It pagina Facebook: @saturniafilmfestival

Ufficio Stampa – PS COMUNICAZIONE

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*