L’angolo della poesia: “A Vale” di Luigi Violano

L’angolo della poesia: “A Vale” di Luigi Violano

Carissimi lettori amanti della poesia,

oggi vi presentiamo una poesia molto toccante, anche se molto triste. L’autore che ce l’ha inviata è il nostro carissimo amico di San Severo di Puglia, Luigi Violano, che stavolta si è cimentato nella scrittura di versi particolarmente tristi. Quella che vi presentiamo quest’oggi è una poesia dedicata ad una ragazza scomparsa prematuramente a soli 17 anni, Vale.

A Vale di Luigi Violano

Saluto il tempo che non passa più 

e la mia voce è aria che non ti tocca il viso

come faceva il vento a primavera.

Parlo ai tuoi occhi chiusi da qualche anno in una tomba,

ma ancora fermi a parlare su una strada

di pellicola e carta fotografica.

VALE,scrivimi una lettera dal cielo dove stai

e spiegami perchè il mondo è abitato da umani non umani.

Dimmi che preghi,

mentre con una pagina di vita,

ti regalo il mio pianto.

Sì, perchè non ti conosco,

ma sei volata via troppo presto.

Giusy Chiello

Redattrice-giusy.chiello@ilmiogiornale.org

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*