Ultime

LA PROMETEO INCONTRA GLI STUDENTI DI ASSEMINI E SELARGIUS

Venerdì e sabato prossimi l’associazione di trapiantati farà visita all’Istituto “Michele Giua” di Assemini e al Liceo scientifico “Pitagora” di Selargius per promuovere la donazione di organi e informare sui trapianti.

Pin It

 

 

 

Questa settimana i volontari dell’associazione di trapiantati Prometeo AITF ODV faranno visita a due scuole dell’Area metropolitana di Cagliari: venerdì 1° marzo 2019 saranno all’Istituto “Michele Giua” di Assemini e sabato 2 marzo torneranno al Liceo scientifico “Pitagora” di Selargius, già visitato con piacere lo scorso anno.

Gli incontri, con inizio alle ore 11.50 al “Giua” e alle ore 11.15 al “Pitagora”, avranno lo scopo di sensibilizzare studenti, docenti e personale non docente dei due istituti sulla donazione e sul trapianto di organi: un modo per contribuire a consolidare gli ottimi risultati raggiunti in Sardegna sul fronte della donazione di organi, sia in termini di dichiarazioni di volontà positive registrate presso gli Uffici anagrafe comunali (ad oggi l’83,1% del totale, contro una media nazionale del 71,7%) che di opposizioni alla donazione (solo il 15,7% nel 2018, a fronte di una media nazionale del 29,9% e di un tasso del 26,9% registrato nell’Isola nell’anno precedente).

Affinché la cultura della donazione cresca e regga nel tempo è importante che siano fugati i dubbi e superati i pregiudizi, per questo durante i due incontri saranno operatori sanitari a illustrare il processo che dalla donazione porta al trapianto, anche nei suoi aspetti più complessi come l’accertamento di morte. In particolare, interverranno ad Assemini la dott.ssa Francesca Zorcolo, Vicecoordinatrice del Centro regionale trapianti (CRT), il dott. Riccardo Cao, nefrologo dell’ospedale “G. Brotzu” di Cagliari, e il dott. Stefano Dedola, chirurgo con esperienza nel follow up dei trapiantati di fegato e pancreas al “G. Brotzu” e consulente scientifico della Prometeo. A Selargius, invece, oltre al dott. Dedola, saranno presenti la dott.ssa Fabrizia Salvago, psicologa del “G. Brotzu” e consulente scientifica dell’associazione, il dott. Maurizio Sini, rianimatore della Cardioanestesia del “G. Brotzu”, e la dott.ssa Maria Rosaria Piras, gastroenterologa con esperienza anche presso il Centro trapianti di fegato e pancreas del “G. Brotzu”. Importante sarà, inoltre, la testimonianza dei trapiantati della Prometeo.

Anche gli incontri di questo fine settimana rientrano nel progetto della Prometeo AITF ODV “Sardegna – Un dono per la vita 2019”, cofinanziato dalla Fondazione di Sardegna e dalla Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato del Lavoro (L.R. n. 13/1991, art. 72).

 

Ufficio comunicazione Prometeo AITF ODV
Marcella Onnis

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*