L’angolo della poesia: “Io e te” di Simone Di Sarro

L’angolo della poesia: “Io e te” di Simone Di Sarro

primo piano di simone di sarro

 

 

Fa oggi ingresso nella nostra rubrica di poesia Simone Di Sarro.

Ecco come si racconta: «Oggi sono tutto e assolutamente nulla. Una persona confusa, lucidamente cerco me stesso perdendomi tra giudizi auto -inflitti, amandomi come il più fragile e colorato dei fiori. Come sarebbe bello scorgere l’approdo, subirne il fascino, solamente per poi di nuovo ignorarlo e dire: “bene, si riparte, cerco la vita».

I bei versi con cui si presenta a noi sono scritti in dialetto romanesco, che Simone usa spesso perché – dice a ragione – «è una lingua bellissima e carica di colore».

Io e te

 

Magari verà ‘n tempo sott’ar sole,

‘ndo io e te s’abbracceremo ‘ncantati.

E belli, stanchi, felici e sudati…

solo l’amore nostro e profumo dee viole.

 

Potremmo di a tutti de stà a vive,

che l’amore nostro nun era na bucìa…

e mentre verso ‘r mare piamo ‘a via,

er core consegnammo a quee rive.

 

Simbolo candido de ‘n amore rinato,

daremo ar vento e ar mare ‘a gioia.

Beati loro che vedranno ‘a voja

de costruì tenerezza pe’ tutto er creato.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*