Ultime

“Mediterraneo, un mare senza pace”: incontro con Tahar Ben Jelloun a Cagliari

Pin It

Venerdì 6 novembre 
Ore 21:15
Aula Magna Facoltà di Ingegneria
Via Marengo, 2

Cagliari

“Mediterraneo, un mare senza pace” 
Ottavio Olita incontra Tahar Ben Jelloun

Interprete Milena Finazzi
In collaborazione con l’Università degli Studi di Cagliari

locandina della rassegna Thalassaki a CagliariIngresso a titolo GRATUITO fino ad esaurimento posti.

Durante l’incontro l’Autore parlerà soprattutto di Mediterraneo, delle sue peculiarità e dei suoi malanni, dei fermenti in atto e dei risvolti socioeconomici che ne derivano, senza tralasciare uno sguardo al futuro e alle ipotesi di condivisione. Dalla rivolta dei gelsomini ai giorni d’oggi. Il grande scrittore marocchino, francese d’adozione, uno dei simboli del dialogo tra religioni e culture diverse, incontrerà a Cagliari in un faccia a faccia il giornalista Ottavio Olita per riflettere e dialogare sui grandi temi del Mediterraneo. Si parlerà del mondo arabo, delle radici, del radicamento, dell’emigrazione, delle differenze, del razzismo, delle Primavere Arabe, di quanto sta accadendo in Egitto, in Siria e nei Paesi che si affacciano nel Mar Mediterraneo (definito “un lago di pace”), delle religioni, dell’Islam e della necessità di favorire un reale e costruttivo dialogo di civiltà e soprattutto di ciò che ci unisce, ci riavvicina, ci rende pià vicini e ci porta alla condivisione.

 

Tahar Ben Jelloun. Nato a Fès (Marocco) nel 1944, vive a Parigi. Poeta, romanziere e giornalista, ha vinto il Premio Goncourt nel 1987. È noto in Italia per i suoi numerosi libri, tra cui: Creatura di sabbia, 1987;  L’amicizia, 1994;  Corrotto, 1994; L’ultimo amore è sempre il primo?, 1995;  Nadia, 1996;  Il razzismo spiegato a mia figlia, 1998, giunto alla quarantottesima edizione (e ripubblicato nel 2010 in una nuova edizione accresciuta);  L’estrema solitudine, 1999;  L’albergo dei poveri, 1999;  La scuola o la scarpa, 2000;  Il libro del buio, 2001 (International IMPAC Dublin Literary Award 2004);  Amori stregati, 2003;  Notte senza fine, 2004; Non capisco il mondo arabo, 2006;  L’uomo che amava troppo le donne, 2010;  La rivoluzione dei gelsomini, 2011;  Fuoco, 2012;L’ablazione, 2014;  È questo l’islam che fa paura, 2015.

Gli incontri della rassegna Thalassaki, all’interno del programma per Cagliari Capitale della Cultura Italiana 2015, continuano con questi altri due appuntamenti

Venerdì 13 novembre 2015
Ore 21 Conservatorio Pierluigi da Palestrina – Piazza Porrino, 1 Cagliari
Dante e Listz: le nostre radici tra Commedia e musica
di e con Massimo Arcangeli (voce) e Lorenzo Di Bella (Pianoforte)
In collaborazione con il Conservatorio di Musica Pierluigi da Palestrina
Non è più rinviabile l’idea di un dialogo fra aree del sapere o dell’esperienza artistica anche molto distanti le une dalle altre, perché gli incontri fra territori diversi toccano ormai un po’ tutto. Una ricerca di dialogo che può risultare relativamente più semplice, specialmente per opere come la Commedia di Dante, quando l’incontro è tra due forme universali d’arte come la musica e la letteratura.  Si parlerà di Liszt e del suo amore per l’Italia e la sua letteratura, si declameranno e commenteranno passi di canti celeberrimi della Commedia: come il V dell’Inferno, sul ricordo della tragica passione tra Paolo e Francesca, che tanto ispirò il musicista.

 

Per il Cinema del Piccolo Mare a cura di Spazio 2001

Giovedì 12 novembre 2015
ore 19 Sala Kubrick Cinema Odissea (Viale Trieste Cagliari)
Visioni dalla storia
Incontro con Paolo Mereghetti e a seguire la visione del film Stromboli (film in versione restaurata)
In collaborazione con la Cineteca di Bologna

Stromboli

un film di Roberto Rossellini.

Con Ingrid Bergman, Mario Vitale, Renzo Cesana

Drammatico,

B/N

durata 107 min.

Italia 1950

Karin è una profuga lituana che accetta di sposare un soldato siciliano per uscire dal campo di internamento emettersi alle spalle un passato di collaborazionista dei nazisti. Dopo le nozze la coppia si stabilisce nell’isola natale di lui, Stromboli, dove la giovane donna si sente sempre più a disagio per un complesso di ragioni culturali e ambientali. La sua mentalità nordica, atea e razionale si scontra con quella del marito pescatore e la spinge a desiderare di fuggire dall’isola
Il programma completo è consultabile su:

www.thalassaki.it

Rassegna Thalassaki, Cagliari Capitale Italiana della Cultura 2015
Per info: www.thalassaki – www.leggendometropolitano.it

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*