Ultime

Immatricolazioni auto, Lancia infilza le francesi

Pin It

I dati ufficiali sulle immatricolazioni in Italia elaborati da UNRAE a settembre registrano un calo del 5,7% del mercato dell’auto. Le case italiane e straniere, quindi, si rivaleggiano in un mercato in cui cresce sempre più la concorrenza e si assottigliano le quote di mercato. Ogni lancio di un nuovo modello, adesso, è atteso dai concessionari come il pane, e sbagliare un modello potrebbe risultare catastrofico.

La classifica delle marche più vendute a settembre si apre con un decimo posto conquistato da Audi a suon di nuovi modelli: la A1, la Q5 e la A7 sono solo alcune delle  vetture lanciate nel 2011 dalla casa di Ingolstadt, che in Italia ha immatricolato 5.370 auto (-3,68% rispetto all’anno scorso).

Al nono posto sale a sorpresa Nissan, con 5.778 immatricolazioni (+70,90%). Nissan è un’altra casa automobilistica che ha saputo immettere sul mercato, nel corso di quest’anno, modelli fondamentali come la Micra e la Juke. Lo ribadiamo, i nuovi modelli sono imprescindibili: l’anno scorso Peugeot era la quinta marca in Italia, mentre oggi sprofonda all’ottavo posto con un sonoro -30,85%, a 5.809 vetture. La casa del leone deve aspettare il 2012 perché le cose migliorino, quando potrà contare sul traino delle vendite della nuova 208.

I cali sono pesanti anche per le altre due case francesi: Renault è settima con 6.340 vetture (-15,80%), mentre Citroen è sesta con 6.482 vetture immatricolate (-22,36%). Se quest’ultima, però, ha esaurito le novità di mercato nel corso del 2010 e 2011, Renault ha da poco rinnovato la Twingo, ma soprattutto è pronta a lanciare la nuova generazione della Clio e alcuni veicoli elettrici nel 2012.

Le tre francesi sono state infilzate, a settembre, da Lancia, che grazie alla Ypsilon a 5 porte vola al quinto posto con 7.319 immatricolazioni (+20,90%) e attende, grazie a Chrysler, il completamento della gamma con la Thema, la Flavia Cabriolet e la Voyager.

Le tedesche si sfidano, senza esclusione di colpi, dal quarto al secondo posto: con un -0,80% nelle vendite rispetto all’anno scorso, Opel si conferma la quarta marca in Italia (10.129 auto immatricolate), mentre Volkswagen non strappa a Ford la seconda posizione, difesa con 11.558 vetture e un calo del -5%. Volkswagen, con 10.669 vetture, perde invece un impercettibile -1,38%, e nei prossimi mesi cercherà di lasciare la terza posizione grazie al Maggiolino e alla Up! .

Come da copione, Fiat conserva il primato immatricolando a settembre 31.051 vetture, ma perdendo più mercato rispetto alle tre inseguitrici tedesche, ovvero il -7,54%. Il lancio della Nuova Panda rappresenterà il tentativo di rafforzare la leadership nel mercato italiano, mentre fuori dalla top ten affilano le armi Toyota con la Nuova Yaris, Mercedes con la Casse B e Hyundai con la imminente i30.

Andrea Anastasi

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*