La SLA minaccia l’amore nel romanzo “La Finestra sotto il Ciliegio” di Enza Villoni

La SLA minaccia l’amore nel romanzo “La Finestra sotto il Ciliegio” di Enza Villoni

 “La Finestra sotto il Ciliegio” – Enza Villoni

Romanzo: anno pubblicazione 2014 Edizioni Sì, del settimanale Sì e Vivere Light, 200 pg, euro 15

Pagina ufficiale facebook: www.facebook.com/pages/La-Finestra-sotto-il-Ciliegio/775026639282634?ref=hl

Nelle librerie e Bookstore: ibs, deastore, webster, libreria universitaria.

 

copertina del romanzo "La Finestra sotto il Ciliegio" di Enza VilloniMonica Viani è un medico veterinario, amante di Agility Dog (corse canine dove partecipa con il suo meticcio Lampadino), nonché accanita fan di Antonello Venditti; ascolta le sue canzoni ad alta voce come faceva sua madre Maria Elena. Alex Romano è, invece, un promettente attore di teatro, che pian piano realizza il suo sogno di recitare come protagonista principale di un film, dal titolo “I passi della Libertà”; è la storia vera di Oreste Spatrisano, un uomo che, aiutato da una suora, scampando ai forni crematori fuggì dai campi di sterminio nazisti, percorrendo mezza Europa a piedi, fino ad arrivare a Teano (Caserta), suo paese natio; Il film, nel romanzo, è premiato, addirittura, al Festival del Cinema di Venezia, edizione del 2002. I due ragazzi si conoscono in una fredda mattina di fine anni 90, fuori una banca di Roma. Si innamorano.  Ambientato appunto, nella capitale, tra le strade del quartiere Quadraro, ma anche tra Antrodoco (Rieti) e Pozzilli (Isernia), il romanzo, classificato di genere “rosa”, si sviluppa inevitabilmente aprendo gli scenari del destino alla sla; la Sclerosi Laterale Amiotrofica, una patologia che porta alla completa paralisi del corpo e i suoi muscoli, senza intaccare la coscienza. È Monica ad essere colpita dalla nefasta malattia. Alex è così costretto suo malgrado, ad assistere impotente al declino fisico dell’amata compagna fino alla fine dei suoi giorni. Il suo amore, tuttavia, è immenso, pronto a sostenerla in tutto e per tutto, l’unica cosa certa che la sla non potrà mai toglierle. Inizia il giro della speranza  in diversi ospedali. Non potendo fare più niente, il ragazzo decide di sposarla in tempi record; vuole almeno regalarle un giorno bellissimo prima che la malattia peggiori e lei non cammini più. La porta a Venezia in viaggio di nozze, desiderio di sempre della giovane. Da lì in poi è tutto un susseguirsi di tappe con conseguenze di eventi tragici; Monica chiede ad Alex di aiutarla a morire prima che non possa più parlare e muoversi. Cosa che lui non accetta. Come ultimo regalo, Alex tramite un’associazione dei malati di sla, organizza per la moglie un concerto dal vivo con Antonello Venditti. Da ultimo, “La Finestra sotto il Ciliegio” che Monica vede dal suo letto gli ultimi giorni di vita, diventerà l’unico contatto con la realtà esterna; ormai ridotta all’ombra della donna forte quale era prima, la guarda e immagina di cogliere ancora quelle deliziose ciliege sull’albero, arrampicandosi e giocherellando con il marito come faceva un tempo. Ma la fine arriva presto; Monica si spegnerà il 26 febbraio 2004 all’età di soli 34 anni”.

Il libro vuole essere un monito, esprimere tutta la solidarietà verso chi nella vita, sfortunatamente, vive un percorso di sofferenza e malattia. Tratto da una storia vera, è l’opera prima dell’autrice Enza Villoni; sua madre è stata ammalata di sla. Tra le sue pagine il lettore è messo a dura prova, man mano viene a conoscenza della drammaticità di cui si compone la sla, e soffrendo con i personaggi, alla fine, oltre che trasportato dal racconto, rimane disorientato e anche impressionato di come al mondo possa esistere una cosa simile. La scrittrice, coglie inoltre, l’occasione per evidenziare i problemi ai quali, malati e familiari devono sottostare, tecnici, di supporto ma anche economici.

 

Enza Villoni è nata a Formia (Latina), ha vissuto la sua infanzia in inghilterra, a Woking, tornando  in Italia solo negli anni 80. Oggi vive a Mondragone, in provincia di Caserta. È laureata presso l’Accademia di Belle Arti di Napoli, sez. Pittura. Fin da ragazzina le è sempre piaciuto scrivere e disegnare.
Ama inventare storie “fantastiche” per ragazzi, e anche realizzare i personaggi con la matita. “La Finestra sotto il Ciliegio” è il suo primo libro, attualmente sta lavorando a un fantasy iniziato anni addietro.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*