I Giovedì della Poesia “Sera” di Bruno Guidotti

Disegno di Bruno Guidotti

Sera

Scende sulle modeste case

quieta la sera, e con essa

delle vangate terre i suoi profumi,

e delle rimosse erbe le fragranze.

Vanno al desco e ai riposi

i corpi stanchi, mentre si adagiano

mute le ombre ai tetti e ai muri,

ove immobili gechi appostati stanno.

Chiara nel cielo la luna splende,

immenso è il silenzio che tutto avvolge,

solo di un carro che alla stalla torna

si ode il rumore sulla pietrosa rampa,

in lontananza delle cicale lo stanco canto.

7 thoughts on “I Giovedì della Poesia “Sera” di Bruno Guidotti

  1. L’attimo di quiete dopo una giornata di lavoro la sera porta pace ed il silenzio tutto avvolge immagini intense e belle in queste righe di poesia sempre mio elogio

  2. Intensa descrizione di un movimento temporale
    come la sera che scende col suo drappo di stelle.
    Versi struggenti che richiamano echi di Verismo
    nel trasmettere intenso quel significato di quotidianità e ineluttabilità.
    Molto apprezzato!

  3. Bruno ha il pregio di regalarci vere e proprie immagini di ciò che vede e sente tramite i versi delle sue poesie.
    Istantanee di una sera estiva rurale.
    È come essere sul posto.
    Bravo!

  4. In assoluto una delle mie preferite!
    Rimane – come leitmotiv – questa atmosfera bucolica che svela solamente nei versi finali il tempo poetico. Questo, a differenza delle altre composizioni, va ancor più indietro rispetto a quelli che potrebbero essere i ricordi, sfociando dunque nell’immaginazione e portando il lettore ad immergersi in quell’epoca ideale che aleggia nei pensieri di tutti i nostalgici.
    Rimane l’attenzione per la semplicità e per la straordinaria bellezza della quotidianità dei paesi di campagna, dove il contatto con la natura fa parte del patrimonio sentimentale di ogni abitante.
    Superba, infine, l’immagine delle ombre che “si adagiano ai tetti e ai muri”, metafora perfetta della sera, titolo e protagonista della composizione.
    Bellissima.

  5. Bella , Sempre All ‘ Altezza Nel Descrivere La Giornata Che Trascorre Lenta , Con L ‘ Accavallarsi Di Eventi Tanto Semplici , Quanto Pieni Di Struggente Poesia . Mi Porta Alla Mente , il Bravo Poeta Bruno , il Saggio Modo Scaramantico Di Salutarsi , Delle Persone Di Un Tempo . Sollevano Dirsi : ” A Domani , Se Dio Vuole ” . Che Bei Ricordi , Che Bello il SuonobDi Queste Semplici , Ma Cariche Di Significato , Parole . Bravo il Nostro Poeta Bruno .

  6. Anche questa volta il poeta Bruno Guidotti ci sorprende con una bella poesia dedicata a gente umile che lavora la terra e la sera ritornano stanchi nelle loro case in cerca di un meritato riposo. Le descrizioni dei luoghi delle atmosfere che si creano intorno alla casa, vedi gechi, ombre sui muri, il carro che rientra alla stalla illuminato da una luna splendente in un silenzio dove si sentono solo i canti delle cicale. facendo i complimenti al bravissimo poeta Bruno Guidotti gli dedico questa frase di L. Frost “la poesia è quando un’emozione ha trovato il suo pensiero e il pensiero ha trovato le parole”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.