I Giovedì della Poesia: “Ricordami” di Bruno Guidotti

Disegno di Bruno Guidotti

Ricordami

Ricordami se puoi, ancora quei giorni.

Ricordami la verde valle silente e solitaria,

in cui vivevamo le nostre giovanili emozioni.

Ricordami i nomi, ed i volti di amici ed amiche

con cui condividevamo felici le ore, e se sai,

dimmi ancora di loro.

Parlami di quelle feste sui prati, in cui tu al suono

di una armonica amavi ballare, e mi guardavi

invitante, come soltanto una adolescente sa fare,

e sorridevi, e civettavi, imitando le grandi.

Ricordami il casolare fra i campi, le fonti fra i salici

e il verde, e il frinire dei grilli la notte, infinito, struggente.

Io sono qua che ti ascolto, qua in questo frammento

del tempo, aspettando le luci dei giorni.

Bruno Guidotti è un poliedrico autore che rappresenta sempre la vita ed i problemi che questa presenta. Autore di poesie di notevole spessore relative alle varie esperienze umane:  le fatiche, le speranze, i rimpianti, le frustrazioni, le scene di vita. Opere sempre velate di malinconica dolcezza, si fissano all’animo sensibile in maniera indelebile. In relazione ai suoi disegni e ai suoi dipinti, si evidenzia la vibrosità che conferisce dinamismo e notevole movimento alla composizione. Guidotti rifiuta qualsiasi collocamento ad eventuali movimenti stilistici. Alle sue opere dobbiamo avvicinarci liberi da ogni schema mentale, per poterne apprezzare appieno il suo talento.

7 thoughts on “I Giovedì della Poesia: “Ricordami” di Bruno Guidotti

  1. Quasi una preghiera per ricordare tempi di adolescenti momenti magici che sono rimasti nel cuore ricordare i campi il casolare antico un tuffo nel passato al quale il bravo autore ci rende partecipi …Elogio

  2. Questi Appassionanti Versi , Nel Leggerli Non Nego Che un Po’ di Magone , un Groppo in Gola Me Lo Suscitano , è un Rewind Che ad Ognuno di Noi Porta Davanti Agli Occhi Scene Vissute in un ‘ Età Che Non Tornerà Mai Più . Bravo il Poeta Bruno , Che Con La Sua Bella Poesia Da Toccarci Le Corde Giuste .

  3. Un testo di memoria antica velato dal ricordo e dal rimpianto per un tempo di un’età giovanile che ritorna fino a fare male.
    Una supplica per si rivivano quei momenti magici ormai dissolti dal fluire del tempo. Molto apprezzato

  4. Bruno ci accompagna in versi sciolti, indietro nel tempo, alla nostra gioventù spensierata e romantica, nella ricerca di una persona, quasi sicuramente donna, che ha il compito di conservare la memoria di quella bella età ed epoca che non tornano più.

  5. Struggente poesia questa settimana del bravissimo Bruno Guidotti che parla di rimpianti per ricordare i bei tempi dell’età giovanile. Il protagonista di questa poesia implora di ricordare i momenti felici vissuti insieme a lei e i volti degli amici e delle amiche con cui trascorrono insieme quelle ore felici. I ricordi sono tanti, pieni di feste sui prati in cui con un po’di musica si poteva ballare. Bruno Guidotti è molto appassionato nel descrivere questi versi che emozionano non poco chi li legge, faccio i miei complimenti al valido artista che ogni settimana con le sue belle poesie ci lascia di stucco.

  6. Conosco Bruno da molto tempo, eppure la sua Poesia non finisce di sorprendermi. In questo quadro evocativo che è “Ricordami”, c’è la struggente nostalgia di un’età irrimediabilmente trascorsa nei volti, nelle movenze di un’adolescente perduta, nei nomi legati a quegli anni così pieni di vita che ancora rappresentano oggi il fiore nascosto nelle pagine del suo libro di emozioni che ancora sta scrivendo, arricchendolo di preziose gocce di vita che ha deciso di condividere con noi. Grazie Bruno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.