I Giovedì della Poesia: “A ‘ncrinata*-Pasqua di Resurrezione – L’inchino- di M. Nivea Zagarella

(Pasqua di Resurrezione – L’inchino)

A ‘ncrinata nt’o chianu,

 a genti alleluianti:

cilesti u mantu e jancu u velu

a Matri, u Figghiu triunfanti.

Sona campana,

sona.

A morti è sempri tranti,

a curpa nfunnu a l’arma…

Sona campana,

sona.

A cruci nterra scinni,

nn’accumpugna,

frati è,

e figghiuzzu Cristu

nt’a spiranza.

U celu ora bbummìa,

nzemmula vanu avanti

u Figghiu e a Matri ca

lassàu lu chiantu.

L’inchino*-  L’inchino nella piazza,/ la gente alleluiante:/ celeste il manto e bianco il velo/ la Madre, il Figlio trionfante. // Suona campana, suona.// La morte è sempre allerta,/ la colpa in fondo all’anima…/ // Suona campana, suona.// La croce in terra scende,/ ci accompagna,/ fratello è,/ Cristo, e figlio nella speranza.// Il cielo ora scoppia di bombe,/ insieme vanno avanti/ il Figlio e la Madre/ libera dal pianto.

*L’incontro in piazza la Domenica di Pasqua, e il reciproco triplice inchino, della Statua della Vergine senza più il mantello nero e di quella di Cristo risorto.

Note biografiche

Maria Nivea Zagarella

Maria Nivea Zagarella  nata a Francofonte (SR) nel 1946, laureata in lettere classiche all’Università La Sapienzadi Roma, è stata ordinaria di italiano e latino al Liceo classico Gorgia di Lentini (SR), dove ha insegnato dal 1969 al 2004.

 Ha pubblicato in lingua: Assiomi 81 (poesie,1981); Sequenza (dramma sacro,1988); Variazioni (poesie,1989); La farfalla e il mare (poesie,1992); Jacopo notaro e il laicismo fridericiano (saggio,1994); La lanterna magica (racconti, 2007); Oltre l’isola (saggi, 2007); Dove volano i gabbiani (poesie, 2010); Sussurri (fuori giro) del tramonto (poesie, 2013); Elzeviri (articoli, 2014); Tra rigore e passione – Interventi di critica militante (elzeviri, 2018); Eredità (poesie, 2019); Il tesoro di Rosanna e Francesco (racconto illustrato per ragazzi, 2019).

In dialetto siciliano: Mbò Larimbò (La Sagra dei misteri, sacra rappresentazione bilingue e Lumiricchi, poesie,1996); Scacciapinzeri (poesie, 1999); Memoria e Strammarii (poesie, 2005); U rologgiu re nichi (poesie, 2010); Forajocu a la cuddata (poesie, 2013); La puisia di Maria Nivea Zagarella/The Poetry of Maria Nivea Zagarella (A trilingual anthology, Sicilian/Italian/English), New York, 2017; Scacciapinzeri (traduzione in spagnolo, Universitad Nacional de Rosario, Argentina, 2018); Ncuntràiu lu mari (poesie, 2019)

  I numerosi articoli e saggi critici scritti dal 2002 al 2021 editi in volume o sparsi su vari periodici, anche online, riguardano autori stranieri, italiani e siciliani in lingua e in dialetto.  Dal 2006 collabora con la pagina culturale del quotidiano La Sicilia di Catania. Il dramma sacro Sequenza è stato rappresentato in scuole e circoli culturali e radiodiffuso da RaiDue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.