I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino per il Festival Assisi nel Mondo

gruppo di musicisti con strumenti in mano poggiati alla facciata di un palazzoSabato 12 settembre 2015, alle ore 17.30, i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino si esibiranno al Museo delle Armi di Terni, nell’ambito del cartellone del Festival “Assisi nel Mondo”, nel concerto-celebrazione per il Centenario della Prima Guerra Mondiale.

Anche quest’estate AIDASTUDIO, sotto la direzione artistica di Lorenzo Fuoco, con i Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino sono stati protagonisti di importanti eventi al fianco dei più noti nomi della scena lirica e pop, da Zubin Mehta, ad Andrea Bocelli, a Renato Zero, a Gianna Nannini, a Christoph Hartmann, a Michael Guttman, con un ricco calendario di concerti che hanno animato molte città e borghi della Toscana, dell’Emilia e dell’Umbria, siglando importanti collaborazioni e sinergie culturali con i maggiori Festival musicali e Orchestre nazionali ed internazionali, da Torrechiara a Pietrasanta, a Lajatico.

Ricordiamo che I Cameristi del Maggio Musicale Fiorentino hanno aperto, ufficialmente, l’edizione 2015 del Festival, il 6 aprile scorso, con il Concerto di Pasqua nel Duomo di Orvieto, sotto la direzione del M° Zubin Mehta, per le telecamere di Rai 1 tv.

Questo nuovo appuntamento ternano sarà il loro penultimo appuntamento della stagione estiva.

Il programma della serata è interamente dedicato al melodramma italiano dell’800 e a quello della Giovane scuola italiana del ‘900. I tre tenori – David Sotgiu, Marco Rencinai ed Edoardo Milletti – renderanno omaggio alle celebrazioni per il centenario della Prima Guerra Mondiale con arie di Gioachino Rossini, Gaetano Donizetti, Giuseppe Verdi, Giacomo Puccini e Pietro Mascagni. Dirigerà il M° Domenico Pierini, spalla dell’omonima Orchestra fiorentina, nonché fondatore, nel 2007, di questo complesso, col quale ha, recentissimamente, inciso e pubblicato per la rivista Amadeus – Il mensile della grande musica (numero 307, giugno 2015), il cd contenente due dei capolavori per archi di Pëtr Il’ič Čajkovskij: Souvenir de Florence op. 70 e Serenata per archi op. 48.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*