Ultime

Hacker sventano attacco Isis in Italia

Pin It

 

163850212-b6061141-c9f5-444e-b245-54133898267a (1)Ancora una volta gli Hactivisti Anonymous si sono dati da fare nella loro lotta contro l’Isis ma stavolta le loro gesta non sono rimaste del tutto segrete e hanno, anzi, fatto il giro del web, questo in seguito ad un loro tweet in cui hanno annunciato di essere riusciti a sventare un attacco in Italia.

Le dinamiche non sono sicure dato che gli Hacker hanno esplicitamente detto che si trovano ancora in una fase delicata dell’operazione per sventare l’attacco e quindi, al momento, non possono divulgare troppe informazioni, hanno assicurato però che per ora non ci sia più pericolo per l’Italia.
Quel che sappiamo è che è tutto partito da una soffiata di un Hacker affiliato agli Anonymous di Parigi che era riuscito ad intercettare una chat fra due jihadisti che stavano pianificando un attacco in un  noto comune  italiano, di cui non si conosce il nome ancora perché gli Anonymous non hanno voluto rivelarlo per non “creare ulteriore caos” ma hanno assicurato di rivelarlo quando l’operazione si sarà conclusa.
I due terroristi non avevano ancora attuato niente ma erano decisi a farlo e, non appena l’Hacker degli Anonymous se n’è accorto, si è subito messo a lavoro riuscendo a bypassare la sicurezza di uno dei due profili degli jihadisti, così da poter accederci e scrivere all’altro terrorista, sotto il profilo che era riuscito ad hackerare, che c’era stata una fuga di notizie e che l’Italia lo sapeva. Subito dopo l’Hacktivista ha bloccato il profilo del membro dell’Isis e ha avvertito gli altri colleghi dell’accaduto.
Molti non hanno creduto a questa storia ed alla riuscita di questa operazione e hanno additato gli Anonymous come dei bugiardi e fasulli ma, essi, si sono limitati a rispondere dicendo: “We don’t need to be believed, the important thing is that no one dies.” che in italiano equivarrebbe a “Non abbiamo bisogno di essere creduti, la cosa importante è che nessuno muoia.”

 

Lorenzo Toninelli

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*