Gli Abiku a Firenze con il nuovo album

Gli Abiku a Firenze con il nuovo album

SABATO 21 FEBBRAIO | ORE 22.30

ABIKU

new album

“LA VITA SEGRETA”

 

opening act: Farewell To Hearth and Home

 

Aftershow: Mautunes djset

 

Ingresso gratuito con tessera Glue/US Affrico

Prenota qui la tessera:

http://www.gluefirenze.com/?page_id=89

_________________________________

 

i cinque componenti della band AbikuABIKU

Gli Abiku sono cinque ventenni di Grosseto che hanno alle spalle una manciata di EP e un LP di debutto, Technicolor, che li ha fatti balzare agli onori delle cronache all’interno del sottobosco indipendente italiano.

Partono dal cantautorato pop made in italy e ci uniscono jangle e shoegaze, post-punk e vaghi sentori retrò anni 60 con una naturalezza da grande band.

Il 6 Ottobre è uscito il loro secondo album “La Vita Segreta” per Sherpa Records.

 

“Il titolo ‘La Vita Segreta”, mi è venuto in mente tanto tempo fa quando non avevo in mano che poche canzoni allo stadio embrionale. Ho scritto il materiale per il disco inseguendo questo concetto. Il risultato è qualcosa di quasi diametralmente opposto rispetto al tipo di scrittura presente in ‘Technicolor’. Se sul nostro primo disco a farla da padrone sono canzoni scritte dal punto di vista di qualcun altro, in questo nuovo ho tentato di tirare fuori concetti e tematiche intime quasi al limite. Alcuni testi sono davvero personali.

Ci sono tante canzoni che parlano di immigrazione/emigrazione (fughe dalla provincia e viaggi interplanetari), ricordi, sogni e allucinazioni paranoidee.

Edoardo ha registrato e prodotto tutto il materiale e questo ci ha conferito il controllo completo sul suono. Sebbene nel disco coesistano tanti stili musicali siamo dell’idea che il risultato abbia una sua forte identità. Siamo molto soddisfatti.”

(Giacomo Amaddii Barbagli)

 

Farewell to Hearth and Home

BIO

I Farewell to Hearth and Home germogliano per un fortunato processo di sedimentazione e accumulazione di musicisti rabdomanti presso la gloriosa Fattoria di Legri.

Le conseguenze musicali di un ensemble così anomalo e popoloso sono state marchiate dalla stampa specializzata più cauta come rassicurante “indie rock”.

I recensori più smaliziati e fantasiosi sono arrivati a forgiare la bislacca etichetta di “folk wave agreste”.

Nel Dicembre 2012 i Farewell to Hearth and Home vincono una delle più agguerrite ed insidiose finali mai confezionate dal Rock Contest di Controradio.

Da quel momento hanno collezionato una ragguardevole mole di scorribande sui palchi più battaglieri ed intransigenti della Toscana.

Un vigoroso assalto primaverile alle frequenze di Radio Popolare è stato immortalato su disco dalla solerzia di occulti estimatori ed impacchettato nel famigerato bootleg semiuffciale “Excerpts from Patchanka”.

In trepidante attesa del primo album calendarizzato per la primavera del 2015, l’ormai leggendario “Domestic” EP continua a imperversare nelle ceste di vimini voluttuosamente abbandonate a bordo palco e ad ingolfare i canali di spaccio più confidenziali.

I Farewell to Hearth and Home cantano in inglese.

Insieme a Granprogetto e Mitici Gorgi hanno fondato la Millessei Dischi, ardimentosa etichetta musicale che dissemina canzoni senza conoscere riposo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*