Giuseppe Festa vince la 65^edizione del Bancarellino 2022 con “I lucci della via Lago”.

Giuseppe Festa- Vincitore Bancarellino 2022- Foto Ansa

Soddisfazione per alunni e docenti dell’Istituto Comprensivo di Borgo San Lorenzo che lo avevano incontrato 10 giorni fa.

Condividiamo la gioia dell’autore per questo riconoscimento” è il commento di un’insegnante della scuola primaria di Borgo San Lorenzo” proprio alcuni giorni fa ha incontrato online i nostri alunni e il suo romanzo -I lucci della via Lago- aveva affascinato già dalle prime battute i ragazzi che avrebbero voluto tanto leggerlo“. L’autore, infatti, mercoledì 11 maggio, durante l’incontro da remoto con gli alunni delle classi 1^ della scuola secondaria di primo grado e quelli di alcune classi 5^ della scuola primaria dell’Istituto Comprensivo di Borgo San Lorenzo, aveva parlato proprio del libro che poi sarebbe stato il vincitore del Bancarellino, spiegando quando era nata l’idea di scrivere quel romanzo. Festa aveva detto di averlo buttato giù in prima stesura durante il lockdown, nel quale era tornato indietro nel tempo all’estate mitica del 1982, quella che aveva visto l’Italia vincere i Mondiali di calcio. Lui in quel periodo era un ragazzino che trascorreva le vacanze estive dai nonni in una casa sul lago d’Iseo. Attingendo ai suoi ricordi di adolescente Festa ha dato vita ad una storia dove primi amori, mistero, amicizia si fondono incantando gli adolescenti che hanno voluto premiarlo con ben 168 voti sui 579, espressi dagli studenti di 15 scuole medie arrivati a Pontremoli, dove si è svolta la premiazione, per votare la storia preferita.

LA STORIA

Il libro, edito dalla casa editrice Salani, è ambientato nel 1982 e racconta la storia di Mauri e dei suoi amici che durante le vacanze estive al lago trascorrono il tempo inventando giochi, nuotando e facendo gare di pesca, fino a quando Brando, il migliore amico di Mauri, nel tentativo di pescare un leggendario e gigantesco pesce, finisce in fondo al lago per non riemergere più. Al dolore incredulo di tutto il gruppo di amici, si aggiunge l’inquietudine generata dalla comparsa di misteriosi biglietti scritti nella grafia di Brando. L’ombra del dubbio si allunga così sulla via Lago, alzando un velo di sospetto tra solide amicizie e amori appena sbocciati.
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.