Il Giubileo dei trapiantati

Il Giubileo dei trapiantati

Locandina del Giubileo dei trapiantatiUn migliaio di pazienti trapiantati dei vari organi e in lista d’attesa sono accorsi a Roma per celebrare l’Anno Santo della Misericordia indetto da Papa Francesco.

Le 20 associazioni di volontariato presenti e provenienti da molte regioni italiane  appartenevano in particolare alle maggiori Associazioni Nazionali del settore come il  FORUM e la Federazione LIVER POOL.

La sera di martedì 15 marzo una folta rappresentanza dei pellegrini si è riunita presso Salone dei Piceni,Piazza S. Salvatore in Lauro n. 15,  accolta dal S.E.il Cardinale Angelo Comastri ARCIPRETE DELLA BASILICA DI S. PIETRO IN VATICANO; VICARIO DI S.S. PER LA CITTA’ DEL VATICANO; PRESIDENTE DELLA FABBRICA DI S. PIETRO; TITOLARE DELLA DIACONIA DELLA CHIESA DI S. SALVATORE IN LAURO a ROMA che ha svolto ALCUNE

 

 20 nuove foto all’album:GIUBILEO DEI TRAPIANTATI.

 

RIFLESSIONI SU GIUBILEO DELLA MISERICORDIA

Dopo la presentazione dell’evento da parte degli organizzatori :

Agostino Falcioni (ATO MARCHE) e Gianni Santoro (ATO PUGLIA)

per le associazioni sono intervenuti:

– Giuseppe Canu  (Presidente Nazionale FORUM)

– Giampiero Maccioni (Segretario Federazione LIVER-POOL)

per  gli operatori sanitari :

– Prof.  Gasbarrini – Già medico particolare di precedenti Pontefici e Ordinario di  Gastroenterologia-Università   del Sacro Cuore

– Prof. Maurizio Valeri – Coordinatore regionale trapianti per il Lazio

– Dr. Andrea Vecchi – Chirurgo del Centro trapianto di Rene di Ancona

 

SALUTO DELLA FEDERAZIONE NAZIONALE LIVER POOL
Federazione Nazionale delle Associazioni di Volontariato per le Malattie Epatiche ed il Trapianto di Fegato
(portato a Roma il 15 marzo 2016)

 

Il Presidente della Federazione Dott.Salvatore Ricca Rosellini impedito al partecipare a questa manifestazione si scusa e lascia a me, in qualità di Segretario Nazionale, di porgere i saluti ai presenti, un ringraziamento particolare a S.E. il Cardinale Comastri ed agli organizzatori dell’evento.

Accogliendo l’invito del Santo Padre, noi della LIVER POOL, siamo venuti a Roma come pellegrini nello spirito della Bolla Pontificia rimarcando che il pellegrinaggio è un segno peculiare nell’Anno Santo.
Perché esso è icona del cammino che ogni persona compie nella sua esistenza.
La vita è un pellegrinaggio e l’essere umano è viator, un pellegrino che percorre una strada fino alla meta agognata.
Anche per raggiungere la Porta Santa a Roma e in ogni altro luogo, ognuno dovrà compiere, secondo le proprie forze, un pellegrinaggio.
La Porta Santa è stata aperta il giorno 8 dicembre nel cinquantesimo anniversario della  conclusione del Concilio Ecumenico Vaticano II.

Per la Chiesa e per noi laici del volontariato sociale sanitario sono importanti e ricche di significato e di monito  le parole pronunciate dal Papa Paolo VI a conclusione del Concilio (come evidenziate da Papa Francesco nella Bolla di indizione), che così si esprimeva:
«Un’altra cosa dovremo rilevare: tutta questa ricchezza dottrinale (del concilio e della Chiesa)  è rivolta in un’unica direzione:
servire l’uomo.
L’uomo, diciamo, in ogni sua condizione, in ogni sua infermità, in ogni sua necessità.»

Noi (delle associazioni di volontariato federate nella Liver Pool, a distanza di trent’anni dall’istituzione del Servizio Sanitario Nazionale e da più di un decennio della nostra nascita) non potremo mai essere soddisfatti, finchè i malati di fegato non potranno trovare cure, eguali per tutti, nella loro città e nella loro regione.
Le associazioni federate nella Liver-Pool sono impegnate in una miriade di iniziative solidaristiche e di volontariato su tutti i fronti dell’epatologia. Con coraggio e altruismo, queste associazioni hanno saputo anche superare i confini e raggiungere le popolazioni più bisognose al di là del Mediterraneo.

Da più di dieci anni la Federazione Nazionale Liver-Pool Onlus  si batte per migliorare la prevenzione delle malattie del fegato con la necessaria assistenza  e l’opportunità del trapianto di fegato.
Prevenzione, cura, assistenza e trapianto si intrecciano alla necessità di un forte impegno della società civile: a favore di migliori stili di vita fino alla scelta consapevole della donazione degli organi.
Nella campagna  2005-2006 “Dona gli organi non fermare la vita” realizza tre opuscoli informativi distribuiti in 800mila copie. Il primo opuscolo è stato distribuito in occasione della regata  “La Barcolana”
Il 14 gennaio 2005 è nata una task-force italiana di medici  dell’Associazione Italiana per lo Studio del Fegato (AISF) e volontari per la prevenzione, la ricerca e la cura delle malattie epatiche che ha elaborato diversi documenti scientifici e di proposta legislativa.
La Federazione ha organizzato, con le associazioni federate, una miriade d’iniziative nella gran parte delle piazze d’Italia.
Hanno fatto seguito varie pubblicazioni editoriali sulla patologia del fegato e si è prodotta on-line una NEWLETTER

Domani all’Udienza con il Santo Padre Francesco chiederemo di intercedere per le nostre associazioni e per i pazienti, soprattutto quelli più poveri e senza voce,  per avere la forza, il coraggio e la voglia di vivere questa vita confidando nella Sapienza del Cuore che lo Spirito del Signore infonderà copioso su di noi in questo giubileo della MISERICORDIA.

Giampiero Maccioni
Segretario Federazione Nazionale LIVER POOL Onlus

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*