Giovedì a Firenze lectio magistralis di Antoine Poncet

Giovedì a Firenze lectio magistralis di Antoine Poncet

Antoine Poncet ospite dell’Accademia di Belle Arti di Firenze

Giovedì 23 maggio lectio magistralis del grande esponente dell’astrattismo francesce. Ingresso aperto al pubblico

 

Giovedì 23 maggio – dalle ore 10 – Accademia di Belle Arti di Firenze

Aula del Cenacolo – via Ricasoli, 66 – Firenze – ingresso gratuito su prenotazione

Lectio Magistralis

Antoine Poncet si racconta

 

Scultore e studioso, presidente della Fondation Jean Arp, Accademico di Francia, presidente emerito dell’Accademia di Belle Arti di Parigi, Antoine Poncet – dall’alto delle sue ottantacinque primavere – è tra massimi esponenti in vita dell’astrattismo francese.

Giovedì 23 maggio, dalle ore 10 alle 13, sarà ospite dell’Accademia di Belle Arti di Firenze, dove terrà una Lectio Magistralis sul proprio percorso artistico e sull’esperienza presso i Laboratori Artistici Nicoli di Carrara.

L’appuntamento vuole essere anche l’occasione per instaurare un rapporto di scambio culturale con l’Accademia di Belle Arti di Parigi, istituzione che dall’Accademia di Firenze ha mutuato lo Statuto Storico e di cui Antoine Poncet è presidente emerito. Vista la straordinaria caratura dell’ospite, l’Accademia di Belle Arti di Firenze ha deciso di aprire l’incontro al pubblico, ma è gentilmente richiesta la prenotazione, via telefono al numero 055/215449.

L’opera di Poncet verrà presentata e discussa attraverso anche la proiezione di immagini che documentano l’opera dell’artista francese.

L’incontro sarà aperto dagli interventi del presidente dell’Accademia di Belle Arti di Firenze  Luciano Modica, del direttore Giuseppe Andreani e dei professori che hanno curato l’evento: Francesca Taliani, coordinatrice della Scuola di Scultura, Flavia Matitti e Giandomenico Semeraro, docenti di Storia dell’Arte.

Alix Nicoli, critica d’arte e manager dei Laboratori Artistici Nicoli di Carrara, presenterà il libro “Giù le mani dalla modernità” edito da Mimesis, collana Eterotropie. Il presidente  Carlo Nicoli, ripercorrerà alcune pagine di storia del prestigioso laboratorio di scultura (sette ad oggi le generazioni che vi si sono avvicendate), e in particolare dell’amico Antoine Poncet, con cui ha condiviso i momenti più importanti del percorso artistico, documentandone l’evoluzione.

 

Antoine Poncet nasce nel 1928 a Parigi. Nipote di Marcel Poncet, pittore e vetraio svizzero, scopre la scultura dall’età di 14 anni, dapprima con Reymond a Losanna, ed in seguito Germaine Richier a Zurigo (1942). Studia all’École des Beaux-Arts di Losanna dal 1942 al 1945. Borsista dello Stato francese, rientra a Parigi dove si stabilisce in modo definitivo  dal 1948. Diviene allora allievo di Zadkine e Gimond, incontra Hans Jean Arp (del quale sarà assistente dal 1953 al 1955), Brancusi, Laurens e si lega d’amicizia con Alicia Penalba, Etienne Martin, François Stahly, Walber. Nel 1956, Antoine Poncet partecipa alla Biennale di Venezia e riceve l’anno successive il Prix André Susse (Académie des Beaux-Arts). La sua prima mostra personale ha luogo nel 1956 alla Galerie Iris Clert di Paris. Antoine Poncet partecipa da allora a numerose manifestazioni. Nel 1960, è Membro della Giuria del Prix Bourdelle, dal 1961 al 1965, partecipa alle Biennali di Anversa – Middelheim (Belgio), e nel 1963 al Simposio di scultura di Manazvru (Giappone). Nel 1969 è Presidente del Comitato del Salon de Mai. En 1983 riceve il Prix Henry Moore dal  Museo di Hakone (Giappone) e nel 1996 il Prix de l’Hermitage (Lausanne). Antoine Poncet è Membro dell’Accademia di Belle Arti.  E’ Presidente Emerito dell’Accademia di Belle Arti di Parigi.

 

 

Accademia di Belle Arti di Firenze

Sede: Via Ricasoli 66 – Firenze

Tel.  055 215449 – 055 2398660

www.accademia.firenze.it

 

Ufficio Stampa Accademia di Belle Arti di Firenze

Marco Mannucci – ufficiostampa@accademia.firenze.it

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*