Game 2: Winter, un reality in Siberia dove può succedere di tutto

 

 

 

Trenta concorrenti, le lande ghiacciate della Siberia, è questo lo scenario di Game 2: Winter dove l’obbiettivo principale è sopravvivere, dove tutto è permesso. Sembrerebbe un ultimo libro in uscita della saga “Hunger Games” di Suzanne Collins ma lo show che sta per andare in onda in Russia è tutto fuorché finzione.
E si chiama, infatti come dicevamo,  Game 2: Winter ed è portato avanti e finanziato dall’imprenditore 35enne
Yevgeny Pyatkovsky che è a dir poco elettrizzato dall’idea dello show, tanto che ha dichiarato: “Probabilmente avete visto tutti Lost, ma sopravvivere in un clima tropicale è molto diverso che cercare di rimanere in vita nella taiga siberiana, una foresta boreale.“ 

L’idea di base è semplice: 30 concorrenti vengono, dopo una sessione di addestramento e di preparazione alla sopravvivenza, scaraventati nelle lande ghiacciate della Siberia dove le temperature possono scendere anche 40 gradi sotto zero con l’unico obbiettivo di sopravvivere al più a lungo possibile. Stupri, omicidi, ogni genere di violenza è ammesso e chi riuscirà a rimanere in piedi per ultimo vincerà 1,6 milioni di dollari. “I concorrenti danno il loro consenso al fatto che potrebbero essere mutilati o addirittura uccisi. 2000 macchine da presa, 900 ettari di terra e 30 vite. Ogni cosa è permessa: alcool, combattimenti, stupri, fumo, qualunque cosa. “ dichiarano gli organizzatori dello show che vuole andare in onda nel luglio 2017.
Non ci sono grandi criteri di selezione, basta avere due requisiti: avere 18 anni ed essere mentalmente stabili, chiunque proveniente da qualunque parte del mondo è ammesso. 

L’idea è piaciuta a tal punto che sono state inviate già 60 candidature da persone provenienti da tutto il mondo e desiderose di partecipare,queste, se verranno selezionate, dovranno firmare un regolamento in cui lo show si solleva dalle responsabilità sulla loro  incolumità. Inoltre, i partecipanti allo show potranno essere aiutati anche dagli spettatori da casa tramite un sito internet, proprio come nella novella fantascientifica di Suzanne Collins. C’è da fare attenzione su una cosa, però, come hanno dichiarato gli stessi organizzatori con tono evidentemente frustrato,  i partecipanti devono essere consapevoli che la polizia potrebbe irrompere nel reality in qualsiasi momento, arrestando chiunque commetta un crimine, poiché ci si trova in territorio russo e bisogna rispettare le leggi della Russia.

Lorenzo Toninelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *