Firenze, al teatro Puccini "I Bugiardini" presentano B.L.U.E. Ospite speciale PUPO

Firenze, al teatro Puccini "I Bugiardini" presentano B.L.U.E. Ospite speciale PUPO

Anche Pupo mercoledì 5 febbraio al Teatro Puccini di Firenze per B.L.U.E., il musical totalmente improvvisato che proprio dal capoluogo toscano inaugura il tour 2020.
Storia e leggenda della canzone italiana, oltre che attore e conduttore televisivo, Enzo Ghinazzi in arte Pupo si metterà in gioco in questo spettacolo funambolico forgiato dalla compagnia I Bugiardini.

Come dev’essere un musical al tempo del digitale? Interattivo, chiaro. E se è il pubblico a decidere che cosa vuol vedere…  E se ad ascoltarlo c’è Francesco Lancia, per anni autore principe del Trio Medusa… Beh, potete scommettere sull’effetto sorpresa e sul divertimento!

©_ANGELO_TRANI

Quando? Mercoledì 5 febbraio alle ore 21.
Dove? Al Teatro Puccini di Firenze, prima data del nuovo tour.
Titolo?  Questo è il bello: nessuno lo sa!

Perché B.L.U.E., il musical completamente improvvisato de I Bugiardini, una delle compagnie di improvvisazione più famose d’Italia, cambia titolo ogni volta. E cambiano, testi, scenografia, musiche sulla base delle richieste della platea. A comandare, infatti, non è la compagnia in palcoscenico, ma il pubblico.

E’ il pubblico a suggerire, ad inizio serata, titolo e luogo dove ambientare lo spettacolo. Gli attori in scena creano all’istante il musical, supportati dalla band che improvvisa insieme a loro. Storie emozionanti, personaggi memorabili, battute esilaranti, canzoni appassionanti e coreografie… decisamente coraggiose: ogni cosa viene creata sul momento o, come dicono gli anglosassoni, “out of the blue”.

Ecco perché è uno spettacolo unico. Anzi, una “manita” di spettacoli unici che vi faranno vivere le atmosfere di Broadway. Un’esperienza irripetibile e immersiva che rompe qualsiasi barriera tra artisti e spettatori. Un musical letteralmente mai visto prima e un piacere unico: quello di poter dire non soltanto “Io c’ero”, ma anche di aggiungere “Io l’ho…inventato!”.  

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*