Fiesole, Farulli 100: “Arrivederci, Maestro!” #7insiemeperPiero


Omaggio a Beethoven e la prima assoluta di ITINERANTUR del compositore Andrea Portera concludono l’attività musicale dell’anno “farulliano”

Domenica 4 luglio alle ore 19, alla Pensione Bencistà (via Benedetto da Maiano, 4) a Fiesole (Firenze), si terrà l’evento “Arrivederci, Maestro!” dedicato a Piero Farulli, violista per oltre trent’anni del celebre Quartetto Italiano e ideatore, fondatore e direttore della Scuola di Musica di Fiesole, nell’ambito di Farulli 100, le celebrazioni del centenario della sua nascita. 

In programma l’ensemble 7insiemeperPiero – il gruppo composto da 7 musicisti incontratisi tra il 1985 e il 1990 a Fiesole dove ricoprivano i ruoli di prime parti soliste dell’Orchestra Giovanile Italiana, – con il Settimino di Beethoven, particolare omaggio al Maestro e Itinerantur, la prima assoluta del lavoro scritto appositamente per l’occasione dal compositore Andrea Portera, legato a Piero Farulli.

#SetteinsiemeperPiero


Il concerto si terrà alla Pensione Bencistà di Fiesole, gestita dalla famiglia Simoni, che da più di quarant’anni custodisce il legame con Piero Farulli e la Scuola di Musica di Fiesole. Da decenni, infatti, la Bencistà è stata la mecenate della musica e dei giovani musicisti provenienti da ogni parte del mondo per studiare nel porto sicuro della Scuola con Piero Farulli e i suoi prestigiosi colleghi. I posti sono limitati, l’ingresso è gratuito con prenotazione obbligatoria tramite mail (info@associazionepierofarulli.com).

I musicisti di 7insiemeperPiero Federico Guglielmo, violino; Giuseppe Mari, viola; Pietro Bosna, cello; Atos Canestrelli, contrabbasso; Vincenzo Perrone, clarinetto; Paolo Guelfi, fagotto Natalino Ricciardo, corno – sono affermati concertisti o prime parti in grandi orchestre sinfoniche italiane. Hanno creato questo progetto speciale quale omaggio al nome di Piero Farulli, al suo messaggio della musica come insostituibile strumento di democrazia e socialità, musica come eticità. L’essersi ritrovati ormai musicisti adulti ha dato la spinta per proseguire un progetto che rivendichi la qualità e l’importanza della tradizione musicale italiana.

“Con profonda commozione – ha detto Adriana Verchiani Farulli – ringrazio i sette magnifici musicisti che hanno scelto di testimoniare in modo così concreto e significativo il fortissimo legame etico e musicale che li unisce a Piero. La musica un bene da restituire! E ci hanno restituito in molteplici occasioni la loro lezione musicale attraverso Beethoven, il grande ispiratore di Piero, della sua concezione etica della musica. Un grazie affettuoso alla famiglia Simoni che ancora una volta ha offerto casa a Piero, alla sua festa”.

Accanto al celebre Settimino di Beethoven, op. 20, in questo concerto specialissimo, i sette musicisti hanno voluto impegnarsi con una nuova opera, vero work in progress, ITINERANTUR, di Andrea Portera.

Andrea Portera

«È un brano in divenire, oggi presentato nella sua sezione iniziale. – le parole del compositore – L’ascoltatore potrà quindi ascoltare una musica che sta ancora nascendo con possibilità totalmente inaspettate. Il titolo stesso, “viaggio”, si fa emblema del cammino che la vita richiede per arrivare alla comprensione di sé: un viaggio desiderato o una partenza sofferta, un percorso inaspettato o un cammino programmato contro gli imprevisti… qualsiasi possa essere la nostra via il tragitto è qualcosa che non possiamo evitare, perché “vivere”, a conti fatti, è sinonimo di “viaggiare”. Qui diventa spontaneo, quanto necessario, collegarmi alla figura ispiratrice di Piero, il Maestro Piero Farulli, che nel Suo importante viaggio ha inglobato il cammino di tantissime altre persone, offrendoci una guida unica per adempire al meglio il nostro “vivere-viaggiare”». «Questo brano è dedicato al Maestro con uno slancio di gioia e rispetto infinito, con il la riconoscenza immensa al pari del mio timore continuo di non essere all’altezza di quanto Lui mi sta offrendo. Itinerantur è il pensiero che rivolgo a Piero guardando le mura della Scuola di Musica di Fiesole, la mia casa da 26 anni: in questa architettura immersa nelle colline dai tramonti onirici e nel silenzio della natura panica, io sento fluire come mare i passi di migliaia di giovani, attraverso quel tratto di strada che Piero ha costruito come ponte tra lo spirito della grande cultura musicale occidentale e la società. Ed è questo un percorso illuminato!  Nel nostro peregrinare alla ricerca di noi stessi esso ha rappresentato e rappresenta un faro per generazioni di musicisti che stanno davvero rendendo il mondo un luogo migliore. Piero Farulli è stato tutto questo e meravigliosamente continuerà ad esserlo finché noi che abbiamo incrociato il suo cammino dialogheremo con il mondo attraverso la conoscenza e l’emozione musicale come ci ha insegnato Lui, al massimo della nostra intensità. Per questo Itinerantur, proprio come vorrebbe Piero, si rivolge a tutti quelli che stanno immigrando, tra dolore e speranza, tra accidia e impegno, tra terra e terra».

L’autore classe 1973, già studente e docente alla Scuola di Musica di Fiesole, ha ottenuto per il suo lavoro (che vanta oltre 160 titoli, eseguiti dalle più importanti orchestre europee) consensi e riconoscimenti dai grandi autori del mondo della musica; è stato insignito della medaglia del Presidente della Repubblica nel 2001 e 2012.

Il progetto “Farulli 100 ha ottenuto il patrocinio di Regione ToscanaCittà Metropolitana di FirenzeComune di FirenzeUniversità degli Studi di Firenze e LENS Laboratorio Europeo di Spettroscopia Non Lineare. È realizzato con il contributo di MiBACT, Fondazione CR FirenzeFondazione Alimondo Ciampi e con il sostegno di UnipolTernaEnelIntesa SanpaoloPoste ItalianeErasmus + Agenzia Nazionale Indire e Unicoop Firenze, in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione – Comitato nazionale per l’apprendimento pratico della musica, Scuola di Musica di Fiesole e Giunti Scuola. Media partner Il Giornale della Musica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *