Ultime

Festival “L’Ora di Teatro”: al via a Montecarlo (LU) la VI edizione

Pin It

locandina del Festival L'Ora Teatro 2014Domenica 9 novembre, a partire dalle ore 16, al Teatro dei Rassicurati di Montecarlo inizierà il VI Festival Nazionale Città di Montecarlo “L’Ora di Teatro – Un Sipario aperto sul Sociale” organizzato dalla F.I.T.A. Provinciale di Lucca in collaborazione con il Comune di Montecarlo, la Provincia di Lucca e la Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca.

Il Festival è un’occasione di confronto originale tra i volontari che operano e vivono nel campo dell’associazionismo a scopo sociale e il mondo del teatro amatoriale.

Nelle 6 domeniche pomeriggio dal 9 novembre al 14 dicembre verranno presentati in sequenza una performance frutto di un’attività laboratoriale di un’Associazione che opera nel campo del sociale e che adotta il Teatro come terapia per affrontare e superare difficoltà ed handicap ed uno spettacolo, selezionato con un bando nazionale e proposto da una Compagnia di teatro amatoriale, inerente alcune specifiche tematiche sociali promosse direttamente dai partecipanti ai laboratori, tematiche che quindi sono profondamente legate alla vita e alle esperienze di queste persone.

L’ultima giornata, domenica 14 dicembre, sarà dedicata alla solidarietà, nell’ambito di un Progetto di teatro itinerante realizzato, oramai da oltre un decennio, in collaborazione con la Fondazione Banca del Monte di Lucca, “Il Carrozzone”: l’incasso sarà devoluto in beneficenza all’Associazione 50&Più Università / Sezione di Lucca.

Con l’occasione il Presidente F.I.T.A. Lucca, prof.ssa Mariella Cuomo, a nome del Direttivo Provinciale e delle 42 Compagnie affiliate, ringrazia sentitamente il Sindaco di Montecarlo, dott. Vittorio Fantozzi, e l’assessore alla cultura, dott.ssa Marzia Bassini, per l’opportunità data di utilizzare uno spazio importante della cultura montecarlese, e ben oltre i confini comunali, e per l’attenzione che in tanti anni di proficua collaborazione l’Amministrazione Comunale ha sempre dimostrato nei confronti di un movimento, quello degli appassionati praticanti del Teatro, gli “amatori”, che nella Provincia di Lucca sono davvero molti.

Il Presidente F.I.T.A. Lucca ringrazia inoltre il dott. Arturo Lattanzi e il dott. Marcello Bertocchini, rispettivamente Presidente e Direttore della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, per la fiducia ed il sostegno che da molti anni costituiscono la base sulla quale è stato possibile realizzare gli ideali e le finalità che animano l’Associazione.

Un vivo ringraziamento va anche alla Fondazione Banca del Monte di Lucca per la realizzazione della giornata di solidarietà legata alla manifestazione “Il Carrozzone” e alla Provincia di Lucca.

 

PROGRAMMA FESTIVAL “L’ORA DI TEATRO 2014”

TEATRO DEI RASSICURATI DI MONTECARLO

 

Qui non è il Paradiso

Si stava meglio quando si stava peggio

Domenica 9 novembre 2014, dalle ore 16

Laboratorio

Laboratorio I Gianburrasca

Se il mare potesse parlare” di Miriam Iacopi

——————————

In Concorso

Compagnia di Teatro del Bianconiglio

Eboli – Salerno

Settaneme” di Bruno Di Donato

 

L’apparenza inganna

Maschi contro Femmine

Domenica 16 Novembre 2014, dalle ore 16

Laboratorio

Laboratorio Retroscena Progetto G

Le preziose ridicole” libero adattamento di Patrizia Bini da un atto unico di Molière

——————————

In Concorso

I Teatranti di Fabio Cicaloni

Grosseto

La Locandiera – Come non l’avete mai vista!” di Carlo Goldoni

 

Il silenzio degli Innocenti

Oltre il muro dell’ipocrisia

Domenica 23 Novembre 2014, dalle ore 16

Laboratorio

Associazione di Volontariato Maria Antonietta e Renzo Papini / Laboratorio Teatrale Albatros

Muti” di Fabio Circelli

——————————

In Concorso

Compagnia Teatrale Circolo “La Zonta”

Thiene – Vicenza

Agnese di Dio” di John Pielmeier

 

Nuovomondo

L’altra faccia della Terra Promessa

Domenica 30 Novembre 2014, dalle ore 16

Laboratorio

Azienda USL 12 D.S.M.D. Gruppo di Lavoro Inclusione Sociale / Associazione L’Uovo di Colombo / Laboratorio Teatralmente

Keleythos – Viaggio” di Renata Vrbova ispirato al poema “Odissea” di Omero

——————————

In Concorso

Compagnia Teatrale Lucana SenzaTeatro

Ferrandina – Matera

Maria Barbella, dal braccio della morte alla vita” di Davide Di Prima, Francesco Evangelista e Adriano Nubile, ispirato dal libro “La signora di Sing Sing” di Idanna Pucci

 

Io non ho paura

La dignità degli Ultimi

Domenica 7 Dicembre 2014, dalle ore 16

Laboratorio

Compagnia Teatrale I Sorvegliati Speciali della Cooperativa Sociale “La Mano Amica”

L’apparenza inganna – Chi vuol esser lieto sia, nel domani è la certezza!” di Katiuscia Giannecchini e Stefania Mariggiò

——————————

In Concorso

Associazione Culturale ACTA Teatrandi / Compagnia mAtti Unici

Arignano – Torino

Nuvole Barocche – Una storia sbagliata” di Gabriele Di Luca, Massimiliano Setti e Luca Stano

 

Il falò delle vanità

Scene di lotta di classe ai nostri giorni

Domenica 14 Dicembre 2014, dalle ore 16

In Concorso

Associazione Culturale Luci della Ribalta

Bolzano

Vincenti (Les Gagneurs)” di Alain Krief

——————————

Laboratorio

50&Più Università / Sezione di Lucca

Il varietà che mai comincerà” di Elisa D’Agostino

L’incasso della giornata sarà devoluto in beneficenza all’Associazione 50&Più Università / Sezione di Lucca

 

 

Note di servizio

Ingresso unico, per l’intero pomeriggio, € 6,00.

Per informazioni e prenotazioni, si può contattare Rita al numero 320/6320032 o alla casella di posta elettronica fitalucca@gmail.com.

I programmi delle rassegne organizzate dalla F.I.T.A. Lucca sono consultabili sul sito www.fitalucca.it.

 

——————————————

 

Di seguito la presentazione della prima giornata del Festival, domenica 9 novembre.

 

 

Domenica 9 novembre 2014 – Dalle ore 16

Teatro dei Rassicurati / Montecarlo

Alle ore 16: Il Laboratorio

I Gianburrasca

Se il mare potesse parlare” di Miriam Iacopi

Il mare simbolicamente ha accompagnato il percorso teatrale che ha portato questi ragazzi alla conoscenza di compagni di viaggio provenienti da vari paesi del mondo: ognuno di loro ha un sogno, una strada da percorrere, un desiderio di libertà, fino a Lampedusa, una tappa raggiunta attraverso la conoscenza di sé nel rapporto con gli altri, nella stimolazione di una curiosità che si concretizza in storie che diventano comunicazione e riflessione prima individuale poi del gruppo e successivamente mirata alla stimolazione dello spettatore. L’incontro è la base di questo percorso nato a Lucca e sviluppato dopo l’esperienza del gruppo alla Rassegna Nazionale di Serra S. Quirico dove i ragazzi hanno conosciuto il giornalista dell’Espresso Fabrizio Gatti e si sono incontrati con un gruppo di giovani di Vico Equense che avevano presentato la conclusione di un percorso tratto dal libro “Bilal” di Gatti.

 

Con Sabrina Bertocchini, Beatrice Bonuccelli, Laura Del Debbio, Nicolò Della Maggiora, Gianluca Di Piero, Federica Ercolini, Giacomo Giorgi, Angela Lencioni, Leonardo Lucchesi, Anna Paradossi, Anna Luis Smith

 

Regia di Miriam Iacopi

 

A seguire, dalle ore 17:30 circa, in concorso

Compagnia di Teatro del Bianconiglio / Eboli (Salerno)

Settaneme” di Bruno Di Donato

L’opera inedita racconta e ripercorre molti dei personaggi e delle storie che fanno parte del folklore del sud salernitano, attraverso testi e musiche originali composte da Bruno Di Donato ed arrangiate da Christian Peduto, tastierista del gruppo rock Grammophone.

Il racconto teatrale è ambientato in un limbo ultraterreno, un non luogo e i protagonisti sono personaggi locali realmente esistiti, ispirati dal libro di Giuseppe Barra “Credenze popolari, magia e religiosità al sud di Salerno”.

La strega Angelella Russi, don Domenico Cerruti, un parroco corrotto ebolitano del 1765, Niccolò De Troiano, avvocato assassinato e seppellito nel sarcofago della chiesa della Madonna del Carmine in Eboli, ‘a Strangulatora del quartiere Caccone (ora Cavone), la vergine Isabella Marcangione uccisa dai fratelli per gelosia e infine, Natalina ‘e Campuluong.

Settaneme sembra imperniarsi attorno ad un accorato appello a ricordare, un abbraccio appassionato e pieno di dolce amorosa speranza all’identità del demo ievulese (ebolitano) perché diversamente “simm cadaveri ca camminan”.

Invece è qualcosa di diverso e di ben più grande: la rappresentazione commossa della persistenza degli esseri passati e trascorsi in ognuna delle forme viventi e presenti.

La consapevolezza che nell’evidente trasmutarsi dell’umano ad ogni generazione v’è un altrettanto innegabile permanere di valori di esistenza.

Un’intuizione che non è né storiografica né mitica, bensì afferente alla misteriosa natura della lingua ciò che fa essere l’umano e nello stesso tempo gli nega ogni sostanzialità, lo confina fra le ombre di ombre dalla stabilità illusoria.

 

Regia di Bruno Di Donato

 

Informazioni di servizio

Il biglietto d’ingresso costa € 6,00.

Per informazioni e prenotazioni, si può contattare Rita al numero 320/6320032 o alla casella di posta elettronica fitalucca@gmail.com.

Tutti i programmi delle rassegne teatrali organizzate dalla F.I.T.A. Lucca sono consultabili sul sito www.fitalucca.it.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*