Fede e cultura nel Venerdì santo della chiesa battista di Cagliari

Fede e cultura nel Venerdì santo della chiesa battista di Cagliari

Venerdì 29 marzo 2013

La chiesa battista di Cagliari vi invita ad un incontro di preghiera, ascolto, riflessione a partire dai racconti della Passione del vangelo di Matteo, con inserti poetici di Pier Paolo Pasolini e Erri De Luca

Una richiesta per un gesto simbolico

A tutti coloro che vorranno partecipare chiediamo di portare un indumento, vecchio e in disuso (bianco), che vorremo strappare e unire in un unico mucchio, stretto attorno al pulpito della chiesa. Esso vuole rappresentare almeno due cose: da un lato la lacerazione umana, lo strappo di fronte alla morte, la disillusione, forse, di quei discepoli che alla croce non c’erano, il dolore delle donne, tra cui la madre, che era lì; dall’altro la lacerazione della cortina del tempio, che separava il luogo della presenza di Dio dall’esterno, al momento della crocifissione: lo strappo della tenda è segno della lacerazione di ogni separazione, sulla croce muore la separazione tra Dio e l’umanità. Ai piedi della croce il nostro sapere, le nostre certezze sono lacerate, eppure è in questo strappo che l’amore di Dio si manifesta nella sua verità.

 

 

gaetano marino

bandamarino@tiscali.it

tel. 349 10 51 841

profilo facebook: http://www.facebook.com/gaetano.marino1

skypename: bandamarino

 

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*