Ultime

Esdebitazione: cos’è e come funziona

Pin It

L’esdebitazione è una condizione specifica del consumatore indebitato, a seguito di apposito piano di rientro concordato, realizzato e approvato dalle parti interessate.

Il principio di esdebitazione si basa sul concetto di accordo, in altre parole può dirsi esdebitato qualsiasi utente la cui condizione debitoria, pur avendo ancora un corso in essere, sia stata opportunamente organizzata ai fini di una soddisfacente risoluzione sia rispetto ai creditori che all’eventuale tribunale interessato.

La procedura di esdebitazione inoltre prevede la cancellazione di eventuali azioni esecutive messe in atto prima dell’accordo sull’eventuale piano di rientro, le quali dunque dal momento successivo al piano non hanno più valenza, con decreto del giudice di riferimento, e consentono pertanto un’opportuna fase di re-start del consumatore, pur se i propri debiti sono ancora in corso d’essere

Come si raggiunge la condizione di esdebitazione

Per prima cosa sarà opportuno riferirsi ad un professionista del settore debitorio, come un commercialista, un avvocato o un ragioniere di propria fiducia e riferimento.

In secondo luogo verrà analizzata la situazione debitoria, al fine di valutare tutte le variabili in essere, le caratteristiche del debito, la condizione dell’utente (debitore personale, imprenditoriale etc) e tutte le peculiarità dei debiti contratti.

Una volta analizzata l’intera documentazione, il professionista, di concerto col soggetto debitorio, provvederà a redigere un piano di rientro, il quale a sua volta potrà essere caratterizzato da varie formule a seconda dei casi:

Accordo con i creditori

In caso di accordo con i creditori si provvederà a stilare un piano di rientro che abbia come discriminante l’accettazione da parte di almeno il 60% dei creditori. Ovviamente questa procedura è sconsigliabile qualora l’utente ravvisasse nel Piano del consumatore (punto successivo) delle condizioni migliori.

Piano del consumatore

Questa procedura rispetto alla precedente non prevede accordo con i creditori, pur essendo legittimata dalla condizione imprescindibile a che il creditore abbia maggior soddisfazione nel rientro rispetto alla liquidazione potenziale dei beni.

Liquidazione del patrimonio

Se non è possibile procedere con le soluzioni sopra indicate, il consumatore potrà concordare una liquidazione del patrimonio, ossia di tutti i propri beni eccezion fatta per quelli non pignorabili.

Attuazione e conclusioni

Il processo di esdebitazione, secondo la legge, richiede tempistiche piuttosto brevi dal momento che il professionista designato deposita in tribunale le documentazioni necessarie a procedere.

Anche online è possibile verificare come numerosi casi, ad esempio, di esdebitazione Equitalia abbiano seguito l’iter sopra indicato con una considerevole celerità e soprattutto con piena soddisfazione delle parti, sia sul fronte debitore che creditore.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*