Eroi extracomunitari

 

 

 

 

 

Roma: vede una donna che si lancia nelle acque del Tevere e non ci pensa due volte: si tuffa e le salva così la vita. Ma il giovane eroe, Sobuy Khalifa, un bengalese di 32 anni, dopo essere stato accompagnato in un commissariato di polizia dove gli agenti lo hanno rifocillato, dato abiti asciutti e fatto riposare, è poi risultato essere un immigrato clandestino. Il buon senso ha prevalso e al giovane è stato rilasciato un permesso di soggiorno per motivi umanitari, una sorta di cittadinanza onoraria della durata di un anno. Il sindaco Marino ha raggiunto al telefono l’uomo e lo ha ringraziato parlando di “gesto eroico e bellissimo”.
Per Salvini invece la conferma che i clandestini ci rubano tutto, anche i suicidi.
(Segnalata da Enrico – Fonte: Avvenire.it- Cacaoonline.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.