Era informatica e digitalizzazione

Era informatica e digitalizzazione

images

Al giorno d’oggi, in quella che ormai viene definita “era informatica” dopo l’avvento di internet, il mondo intero è diventato più frenetico, veloce e ricco. Le informazioni, le notizie e persino la cultura stessa sono ormai racchiuse in portali informatici a cui tutti possono accedere tranquillamente con estrema rapidità e semplicità. Molto spesso quest’era e questi cambiamenti vengono fortemente criticati e malvisti senza che ci si renda conto di quanto il potenziale di internet, se usato nel modo giusto, possa essere immenso. Centinaia, se non migliaia di giornali online che informano, in modo imparziale, su tutto quello che succede nel mondo 24 ore su 24 (per non parlare delle notizie presenti nel Deep Web che persino superano la censura); vere e proprie “enciclopedie” gestite online da studiosi in grado di fornire nozioni su praticamente tutta la conoscenza umana come Wikipedia; e ancora aziende specializzate nel supportare enti pubblici e privati lungo il processo di conservazione digitale di migliaia di documenti e di scritti garantendo così la possibilità di salvare intere biblioteche, come BUCAP che con la sua gestione elettronica documentale consente l’archiviazione e la condivisione di dati, documenti, immagini e filmati.
Basta pensare che la conservazione digitale garantisce la validità legale di un documento informatico in quanto regolamentata dalla legge italiana. Inoltre, sostituisce perfettamente la conservazione cartacea applicando specifiche procedure e fornendo tutte le garanzie necessarie alla documentazione elettronica e non, permettendo alle pubbliche amministrazioni e alle aziende di risparmiare sui costi di stampa e di archiviazione soprattutto nel caso in cui la documentazione, come prevede la legge, debba essere conservata per molti anni. Tutto a beneficio dell’utenza e dell’ambiente!
Per conservare in digitale sono necessarie specifiche procedure che si avvalgono della firma digitale e della marca temporale. Tecnologie che consentono di dare la paternità e rendere non modificabile un documento informatico dopo averlo datato in modo sicuro.
Resta da valutare se davvero internet sia o meno una “sventura per l’umanità” o piuttosto un “salvagente” dato che, grazie ad esso, siamo stati capaci di trasferire tutto il nostro patrimonio culturale su una rete praticamente intoccabile e, soprattutto, libera ed accessibile a tutti.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*