Il Distretto Antichi Mestieri e Tradizioni di Sicilia alla WTM di Londra

Michelangelo Lo Monaco

Michelangelo Lo MonacoProseguono le attività del DAM, Distretto turistico Antichi Mestieri Sapori e tradizioni popolari siciliane. Dopo la partecipazione al TTG di Rimini e gli educational organizzati nell’Isola, a cui hanno partecipato tour operator e professionisti della comunicazione, il DAM sarà presente con un proprio stand anche al WTM di Londra.

Dal 7 al 9 novembre il Distretto metterà in rassegna le proprie iniziative e nello stand troveranno spazio operatori turistici e commerciali che hanno sposato l’azione del DAM.

Saranno presenti, tra gli altri, il gruppo Parisi di Taormina, l’ Antica Dolceria Bonajuto di Modica, l’azienda vitivinicola Scilio di Linguaglossa e Taormina Opera Stars.

Durante la tre giorni britannica a rappresentare il DAM sarà il presidente Michelangelo Lo Monaco (nella foto) accompagnato dal sindaco delle Egadi, Giuseppe Pagoto, dall’assessore al Turismo di Taormina, Salvo Cilona, dal presidente dell’associazione Albergatori di Taormina, Italo Mennella e dal presidente dei Federalberghi Isole Minori della Sicilia, Christian Del Bono.

 

Le sedi del DAM si trovano a Taormina e a Favignana. 

Sono 23 i comuni siciliani che aderiscono e compongono, assieme a numerose aziende ed associazioni, il DAM distretto turistico tematico  Antichi Mestieri, Sapori e Tradizioni popolari che si propone di comporre itinerari e percorsi anche della Sicilia meno nota.

In provincia di Messina e specificatamente nella riviera jonica ne fanno parte Taormina, Nizza, Fiumedinisi, Furci Siculo e Santa Teresa Riva, ricadono invece nella zona dei Nebrodi, Sinagra e Montagnareale.

I paesi etnei (provincia di Catania) che aderiscono al Dam sono: San Pietro Clarenza, Biancavilla, Giarre, Aci Catena, Viagrande e Pedara, mentre nel Calatino si individuano Licodia Eubea, Grammichele e Ramacca. Due le realtà istituzionali in provincia di Trapani: Valderice e l’Arcipelago delle Isole Egadi (Favignana, Marettimo e Levanzo); quattro nell’entroterra palermitano: Roccapalumba, Vicari, Ciminna e Campofiorito. In provincia di Siracusa, nel sud-est della Sicilia, è presente Rosolini.

 

Fonte Ufficio Stampa – Francesco Lamiani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.