Università di Padova: Daniela Mapelli prima donna rettrice

Foto Ansa

Durerà 6 anni dal 2021 al 2027, il rettorato di Daniela Mapelli prima donna ad essere eletta rettrice dell’Università di Padova. E ciò avverrà proprio in prossimità degli 800 anni dell’ateneo. Daniela Mapelli ha combattuto una dura battaglia per il rettorato con un’altra donna, Patrizia Marzaro, professore ordinario di Diritto amministrativo e alla fine cel’ha fatta ottenendo l’incarico.

Ma chi è Daniela Mapelli?

Nativa di Lecco, 55 anni, madre di due figli , si è laureata ed insegna psicologia. Ha dichiarato di essere atttratta dal ramo sperimentale della disciplina che insegna. “Sono ancora un pò frastornata – ha detto durante la conferenza stampa – i colleghi mi hanno festeggiata fino a tarda notte, è un’emozione grandissima. Fin da domani inizierò a realizzare la responsabilità che mi accompagnerà per i prossimi sei anni. Tra poco entreremo nel nostro 800/o anno di storia, abbiamo un patrimonio storico di inestimabile valore, e dobbiamo guardare al futuro, guardare alla ricerca. È una comunità straordinaria, con 61.000 studenti, che dal primo ottobre inizierò a guidare, mettendomi al servizio del nostro ateneo e di tutti quanti».”Mai come ora – ha continuato la neorettrice-, in questi momenti, i ritratti degli uomini che hanno guidato l’Università di Padova, che accompagnano l’entrata in sala della Basilica, mi sembrano restituire vividamente le loro storie, i loro pensieri, le loro speranze. Chissà se nel momento dell’elezione erano commossi, così come sono io, o magari sentivano già forte il senso di una dolce responsabilità, quella di guidare l’Università di Padova”. “Dal prossimo ottobre -ha aggiunto – finalmente potremo dire ‘uomini e donne che hanno guidato l’Università di Padova’”

L’ateneo di Padova ha 799 anni di storia, è il secondo più antico d’Europa, dopo Bologna. Vi ha insegnato Galileo Galilei e qui si è laureata la prima donna, la veneziana Elena Lucrezia Corner Piscopia, nel 1678.

Finte Ansa e Leggo

   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *