Ultime

Cos’è l’influenza? Come possiamo difenderci?

Pin It

 

 

“Il bambino ha l’influenza”. – Non posso uscire, ho l’influenza- durante la stagione fredda, queste frasi ricorrono costantemente. Ma cos’è, l’influenza?

L’influenza è una malattia virale che colpisce in forma di epidemia (cioè con molti soggetti interessati insieme), tutti gli anni nella stagione fredda. I sintomi sono riferiti alle vie aeree (mal di gola, naso chiuso, tosse secca e dolorosa), ma anche al resto dell’organismo (congiuntivite, febbre, dolore muscolare, inappetenza, debolezza).

Ma il virus evita la persona sana. Se ci fate caso noterete che non tutti prendono l’influenza anche se sono state in contatto con persone che invece ce l’hanno. Perché?

Non abbiamo preso l’influenza, perché il nostro sistema immunitario ci protegge. Ma se il nostro esercito è denutrito o sonnolento il virus attacca e nessuno può difenderci.

Lo sapevate che il 70% delle nostre difese immunitarie si trova nell’intestino? Quindi dobbiamo curarlo con attenzione mangiando alimenti giusti per nutrire la flora batterica come i prebiotici e bevendo fermenti adeguati i cosiddetti probiotici.

Inoltre, l’argento colloidale, può aiutarci ad evitare la replicazione del virus, spruzzandolo in gola o mettendolo nelle fosse nasali, anche tramite aerosol. Esistono, poi, piante come la uncaria tomentosa o gli astragali che aumentano le nostre difese immunitarie.
Nei periodi di picchi influenzali bisognerebbe evitare gli zuccheri e la carne di maiale: poiché questo animale è quello considerato più vicino all’uomo, non per niente alcuni suoi organi vengono usati in medicina per i trapianti perché non vi è rigetto visto che il sistema immunitario non li riconosce, perciò ingerendo la sua carne le nostre difese sono meno reattive  e  se entra un virus lo lasciano passare.
Il  virus dell’influenza  è aereo, non si trasmette per contatto, perciò evitiamo luoghi chiusi e troppo affollati.  Ridiamo spesso, coccoliamoci e teniamo alto l’umore, perché dove è la depressione anche il sistema immunitario si deprime.

E usciamo, cerchiamo di camminare per almeno una mezz’ora al giorno, non importa se non c’è il sole, i suoi raggi filtrano attraverso le nuvole attivando la vitamina D, che è utilissima nella prevenzione di patologie anche di una certa gravità. (F.L.)

Fonte: Pediatria online- Cerchidarcobaleno

 

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*