Ultime

Cibo, acqua, scuola, salute: quattro vignette per raccontare la povertà

Pin It

bambini_haiti 

Cibo, acqua, scuola, salute non tutti dispongono di quelle che si possono considerare le fondamenta per vivere una vita dignitosa all’interno di una società civile, anzi!  In molti casi guerre, carestie, contesti culturalmente degradati e instabili politicamente mettono a repentaglio il futuro di intere collettività. A fare le spese di questo sgretolamento sociale e della miseria che ne deriva sono soprattutto i bambini, la fascia più debole e indifesa che esista i quali, per il semplice fatto di essere nati nel posto sbagliato, pagano con la negazione di questi diritti e spesso con la vita.

ActionAid, associazione che da anni si batte perché questi beni e questi diritti primari vengano riconosciuti, ha utilizzato la matita di Daniele Bonomo, in arte Gud, per la realizzazione di quattro vignette in cui una piccola protagonista di nome Bizunesh affronta alcune situazioni di vita quotidiana particolarmente emblematiche. I personaggi sono naturalmente di fantasia, ma le situazioni sono oltremodo reali. Lo stesso nome della protagonista è stato infatti tratto da una storia che ha particolarmente colpito Daniele, ovvero quella di Bizunesh una bambina africana costretta a camminare molte ore per recuperare acqua potabile per la sua famiglia e perciò impossibilitata a frequentare la scuola. Grazie alla costruzione di un pozzo vicino casa, Bizunesh ha più tempo per la sua famiglia e soprattutto per andare a scuola. In poche parole  aiutare i bambini come Bizunesh nei loro bisogni primari, che non ci stancheremo mai di ripeterlo sono diritti fondamentali e non dovrebbero essere negati a nessuno, fa crescere le comunità evitandone l’annientamento. In concreto cosa potremmo fare per sostenere chi, come i volontari di  ActionAid lavora per sostenere bambini, famiglie e comunità più sfortunate?

L’adozione a distanza consente, attraverso il versamento di una piccola somma mensile, di sostenere un bambino con l’acquisto di un kit sanitario, scolastico, oppure permette la costruzione di un pozzo nel suo villaggio o l’acquisto di attrezzi utili all’agricoltura che permettano alla collettività di risollevarsi materialmente dallo stato di bisogno in cui  versa.

RICORDIAMO CHE:

Actionaid

In tutto il mondo quasi un miliardo di persone non ha accesso a una fonte d’acqua potabile sicura. E sono circa 3,5 miliardi le persone che non vedono il proprio diritto all’acqua pienamente rispettato.  

Actionaid 2

In tutto il mondo, ci sono 795 milioni di persone che soffrono la fame. A pagare il prezzo più alto, come succede spesso nei Paesi più poveri del mondo, sono i bambini. Ogni anno, la metà dei decessi di bambini al di sotto dei cinque anni di età, il 45% per la precisione, avviene a causa della scarsa alimentazione. Stiamo parlando di circa 3,1 milioni di bambini. 

Actionaid4

Si stima che, in tutto il mondo, ci siano quasi 900 milioni di analfabeti tra adulti e giovani. Di questi, il 60% è rappresentato da donne. Spesso infatti i genitori con più figli preferiscono mandare a scuola i maschi e di conseguenza le bambine si ritrovano costrette a svolgere lavori domestici o a sposarsi per non gravare economicamente sulla famiglia.

actionaid5

Solo nel 2015 sono morti 5,9 milioni di bambini al di sotto dei cinque anni. Le cause sono di diversa natura ma tutte riconducibili ad aggravamenti dovuti alle condizioni di estrema povertà in cui questi vivono. Non c’è da sorprendersi dunque che malattie banali come morbillo o diarrea diventino in molti casi mortali.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*