Ultime

“Ciao, poveri! Arriva la riccanza!”

Pin It

Prendete dei ragazzi giovani, irresponsabili, esagerati e forse anche un po’ viziati e avrete i protagonisti della nuova serie in onda su MTV Italia che sta facendo parlare tanto di sé: Riccanza. Vi chiederete perché ragazzi del genere dovrebbero suscitare un qualche interesse da parte del pubblico che li vede da casa mentre vivono la loro vita di tutti i giorni, ebbene la risposta è che questi ragazzi portano cognomi come Lamborghini e Ferrari e posseggono svariate migliaia di euro solo come cash money da tenere nel portafogli. Probabilmente qualcuno ne avrà già sentito parlare, il programma si chiama “#Riccanza” e non è altro che un documentario sulla vita quotidiana di questi giovani milionari che non fanno altro dalla mattina alla sera che andare in locali esclusivi, partecipare a feste e comprare abiti costosissimi.
I nuovi “giovin signori” (citando Parini) invece di andare a teatro partecipano a parties esclusivi e al posto della servitù hanno tutte le tecnologie domotiche e gli smartphone di ultimo modello a disposizione. Per il resto, come i loro antenati settecenteschi, se la godono alla grande. Vestiti di marca, appartamenti di lusso e diniego totale al lavoro, questi sono i principi fondanti di questi giovani ereditieri di cifre da capogiro che, da adesso, hanno anche un programma tutto loro.

Ovviamente la serie ha suscitato non poche polemiche e molti sono rimasti indignati dalla vita sprovveduta che questi ragazzi tengono e si sono sentiti offesi dalla spudoratezza con cui essi fanno sfoggio dei loro averi e della loro ricchezza mentre il resto del mondo lotta per arrivare a fine mese.
A questa ondata di indignazione ci pensa a rispondere nello show stesso Elettra Lamborghini, nipote del fondatore della famosa casa automobilistica Lamborghini, affermando che: “Non ci posso fare nulla se sono nata così”.
Alcuni episodi, per gli interessati, sono disponibili su Youtube, basta cercare sul motore di ricerca il titolo del programma: “#Riccanza”.

Lorenzo Toninelli

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*