Cesed in liquidazione: l’appello dell’USB Monza-Brianza

LAVORO PRIVATO

CESED ENTRA IN LIQUIDAZIONE.

NON DEVONO PAGARE LE LAVORATRICI E I LAVORATORI!

Dopo mesi d’evidenti difficoltà economiche, Cesed convoca i soci lavoratori e pone all’ordine del giorno la liquidazione della società. Si avvia una procedura concorsuale, per il pagamento dei creditori, che potrebbe arrivare, ci auguriamo di no, anche al fallimento.

Bisogna evitare che le lavoratrici e i lavoratori paghino colpe che non hanno!

E’ necessario che le socie lavoratrici facciano valere i propri diritti facendo approvare dall’assemblea dei soci un impegno preciso affinché al centro dei crediti da liquidare (iscrizione allo stato passivo della procedura concorsuale) rientrino i crediti economici delle lavoratrici:

  • T.F.R (anche se il T.F.R. è garantito dal Fondo di Garanzia INPS + ultime tre mensilità dei dodici mesi di lavoro che precedono la data dell’apertura della procedura concorsuale, va specificato che questi istituti non sono garantiti al 100%. Comunque a fronte di una procedura concorsuale, il Fondo di Garanzia dell’INPS è garantito ai lavoratori).
  • Quota associativa, ferie non godute, eventuali differenze retributive (13° mensilità, orarie, ecc.), le quote del T.F.R. destinate ai fondi pensione complementare ma non versati, il 5° dello stipendio destinato ai piani finanziari non versati e quanto residua. (Questi ed altri istituti economici non sono garantiti dal Fondo di Garanzia INPS).

Come USB continueremo il nostro impegno sostenendo tutte le lavoratrici e i lavoratori affinché sia garantita la continuità del posto di lavoro e dello stipendio, come fatto in questi mesi firmando diversi accordi sindacali con le cooperative subentranti.

E’ nostra intenzione, come ampiamente dimostrato, di rivalerci in tutte le sedi affinché tutte le lavoratrici e i lavoratori siano tutelati.

 

Monza, 7 febbraio 2012

USB Lavoro Privato   Monza Brianza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.