Ultime

Campagna “Ogni promessa è debito” promossa nelle più grandi città italiane

L'iniziativa è stata ideata dall' Istituto Leoni di Torino

Pin It

Del debito pubblico se ne sente spesso parlare in radio, in televisione, nei giornali ecc. ma pochi ne sanno davvero qualcosa. La gran parte della popolazione italiana sa soltanto che l’Italia ha un forte debito pubblico ma sarebbe già una buona cosa sapere a quanto questo debito realmente ammonti.

Ed è qui che entra in gioco l’iniziativa dell’istituto Bruno Leoni di Torino che, tre giorni fa, ha installato dei giganteschi schermi alla stazione di Milano, Roma Termini e Roma Tiburtina con su scritto il debito pubblico italiano aggiornato in tempo reale.

Chiunque passi da queste stazioni, adesso, se alzerà la testa vedrà scritto un messaggio recitare più o meno questo: “Da quando sei partito da Roma, il debito pubblico è aumentato di 115 milioni di euro”. Immediatamente sotto questo messaggio viene mostrato un numero a ben 13 cifre che corrisponderebbe al nostro debito pubblico totale: 2 mila miliardi di euro.

La campagna, che si chiama “ogni promessa è debito”, resterà attiva fino al giorno delle elezioni ed ha già suscitato molti dibattiti e polemiche. C’è chi accusa l’iniziativa di essere una “propaganda terroristica per spaventare gli italiani” e altri che la acclamano per mostrare la vera realtà delle cose.

Il debito pubblico stesso, in realtà, è ancora oggetto ampiamente dibattuto dato che molti negano la sua reale esistenza, altri  la affermano e altri ancora  sono convinti che questo debito, seppur esista, non intacchi e non intaccherà affatto la vita degli italiani.

Comunque, a conti fatti, questa iniziativa ha spaventato molti e sorpreso ancora più persone ed è sicuramente una cosa positiva creare dibattiti su questo tema visto che ciò favorirà l’interesse per ogni singolo individuo sulla faccenda e, magari, porterà più persone ad informarsi sul tema,  così da poter essere consapevoli su qualcosa che sta  affliggendo il nostro paese.

Lorenzo Toninelli

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*