Ultime

Come sono cambiati i giochi online dopo 5 anni dal via libera di AAMS

Pin It

 

 

 

gioco

Era il lontano 2011 quando anche in Italia si è assistito alla prima grande legalizzazione del gioco d’azzardo online. Da quell’estate sono trascorsi ben 5 anni e sono cambiate anche moltissime cose. Dal momento del lancio di strada, dunque, ne è stata percorsa davvero tanta e probabilmente forse neanche i Monopoli di Stato potevano immaginare ad un successo così ampio da parte soprattutto dei casinò online. Ma proviamo a ricordare quali sono stati i punti salienti di questo quinquennio.
Inizialmente furono i giochi da tavolo e le lotterie ad ottenere la liberalizzazione ma è bastato circa un anno e mezzo per rendere legali quasi tutti gli altri giochi online. Da quegli anni, che sembrano ormai cosi lontani, oggi i giochi preferiti dai giocatori italiani sono soprattutto le slot machine online per via della loro modalità di fruizione piuttosto veloce delle partite. E forse anche per questo, con gli appassionati sempre più alla ricerca di attimi di divertimento più che di ore, che negli ultimi anni si è assistito ad un calo drastico del poker online, da sempre contraddistinto da partite molto lunghe.
Un altro aspetto davvero molto interessante è quello legato al canale di gioco. Nel 2011 erano era il PC a farla da padrone mentre ora sta prendendo sempre più piede il settore mobile grazie a smartphone e tablet che permettono di giocare, attraverso le applicazioni per casinò come questa di  applicazioni per casinò come questa di Paddypower.it , da qualsiasi luogo ed in qualsiasi momento. Unica fondamentale condizione l’accesso ad internet.
Il mercato dei giochi online fa registrare miglioramenti di anno in anno con trend sempre positivi. Se a guadagnare sono gli operatori di gioco autorizzati di riflesso è anche lo Stato Italiano che per ogni giocata effettuata riceve una percentuale.

Da lodare proprio per quanto riguarda la trasparenza e la sicurezza dei giocatori l’opera di prevenzione messa a punto dai Monopoli di Stato per combattere il gioco illegale tanto da oscurare oltre 6000 siti che è possibile consultare qui.

 

 

Il gioco è vietato ai minori di 18 anni e può creare dipendenza patologica. Gioca con moderazione!

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*