Cagliari: Si aspetta la Luna!Dialoghi tra i colori di Eva Fischer


Si inaugurerà il 20 maggio 2021 presso il Palazzo di Città di Cagliari, l’attesa retrospettiva delle opere di Eva
Fischer: un percorso attraverso tutti i momenti pittorici che hanno contraddistinto l’ultima testimone della Scuola
Romana del dopoguerra, ma soprattutto la forte personalità che non ha mai cessato di battersi come donna,
come ebrea, come artista italiana.
Eva avrebbe compiuto 100 anni lo scorso 19 novembre 2020. Le 140 opere in mostra, le fotografie ed altri oggetti
appartenuti all’artista, accompagnano il visitatore attraverso la storia non soltanto culturale del secolo scorso.
Dalle influenze ricevute dai lunghi discorsi con i colleghi ed amici Picasso, Dalì, Chagall, De Chirico, alla
personalizzazione della Bicicletta che arricchì la sua fama internazionale; dall’unire i Paesaggi Mediterranei
caratterizzandoli per le loro diverse tonalità, alle particolari atmosfere dell’amata Sardegna; dalla memoria della
Shoah che la inseguì per tutta la vita, allo scrutare il mondo dai Voli. Ma anche le sue Figure, gli Autoritratti nel
corso del tempo, l’incessante desiderio di comunicare e di mettersi in gioco. Dalla visione della Musica attraverso
le orchestre dei primi anni ’50, al voler colorare le composizioni dell’amico Ennio Morricone, fino alle ultime Scuole
di Ballo, scrutate con gli occhi di una bambina e rappresentate tramite quel tratto che Eva aveva portato in giro
per il mondo intero, attraverso infinite mostre. Questa di Cagliari è la personale numero 134.

Eva con autoritratto

L’esposizione farà parte delle attività della prossima Giornata Europea della Cultura Ebraica, il 10 ottobre p.v.
Verranno esposti anche i bozzetti che Eva dipinse per creare le Vetrate del Museo Ebraico di Roma, su
concessione del Museo della Comunità Ebraica di Roma.
Il titolo della mostra rammenta un episodio del 1954, immortalato in giro per il mondo da alcune testate
giornalistiche, nel quale Eva – “armata” di cavalletto, tele, colori e tavolozza – si era posizionata per raffigurare la
luce riflessa dalla luna nella celebre piazza Navona di Roma: ma l’attesa fu lunga … ne scrisse un pezzo anche
Oriana Fallaci.
Un ringraziamento particolare al Sindaco di Cagliari Paolo Truzzu, all’assessora alla cultura Paola Piroddi, al
curator della mostra Efisio Carbone, a Mario Carboni presidente dell’Associazione Sardos pro Israele, alla
presidente della Comunità Ebraica di Roma Ruth Dureghello ed alla direttrice del Museo Ebraico di Roma Olga
Melasecchi.
La Regione Sardegna e la Comunità Ebraica di Roma hanno patrocinato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.