Ultime

Borgo S. Lorenzo: Il Viceconsole di Firenze in visita al Villaggio La Brocchi

Ad accoglierlo i responsabili del Progetto Accoglienza e le autorità mugellane

Pin It

????????????????????????????????????

Ancora un’importante visita al Villaggio La Brocchi. Stavolta a visitare, questo pomeriggio, la struttura mugellana è stato il Dott. Robert Scott Macintosh, vice console degli Stati Uniti d’America a Firenze. Lo stesso aveva manifestato il desiderio di incontrare l’Associazione Progetto Accoglienza che opera dal 1992 per diffondere una cultura di accoglienza e di integrazione, per costruire reti sociali, accompagnare i migranti, in particolare famiglie con minori. Il Vice Console è stato accolto dal presidente dell’Associazione, Luigi Andreini, insieme ad alcuni consiglieri ed operatori. Erano inoltre presenti all’incontro il Presidente dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello Federico Ignesti, ed il comandante della Compagnia Carabinieri, capitano Paolo Bigi.

Nell’incontro, molto cordiale, il Vice Console, dopo aver visitato con attenzione l’intera struttura si è interessato al sistema di accoglienza in Italia ed in particolare in Toscana ed all’esperienza del Villaggio La Brocchi. I responsabili del Progetto Accoglienza hanno spiegato all’ospite le azioni legate all’accoglienza e all’integrazione ed anche i possibili sbocchi per le persone accolte, sia per coloro che rimangono sul territorio, sia per quelli che decidono di intraprendere un percorso migratorio successivo.

Il Vice Console ha dichiarato che è stata una grossa opportunità aver potuto visitare il Villaggio anche perché ha avuto sempre a cuore il tema dell’immigrazione e degli sviluppi futuri della stessa. “Abbiamo parlato anche della particolare complessità del momento storico in atto,” ha spiegato il presidente Luigi Andreini al termine della visita, “e della necessità di una politica mondiale di riequilibrio delle risorse, dello sviluppo e di una inderogabile risposta a livello sovranazionale. Siamo onorati di questa visita e del fatto che il nostro progetto possa essere di esempio ed ispirazione per altre realtà“.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*