Ultime

Bagheria: il Sindaco e l’artista Mr. Richichi firmano un accordo per combattere la corruzione

Pin It

Sabato scorso al posto dell’annunciato lancio delle 2800 monete euro dal balcone del Comune di Bagheria, l’artista Mr. Richichi ha presentato alla stampa e alla tanta gente intervenuta il “Patto per la corruzione”, così è stato denominato il protocollo di intesa firmato sabato 22 febbraio dal sindaco di Bagheria e dall’artista. Il Patto prevede che entrambi mettano a disposizione le proprie risorse, rispettivamente istituzionali e artistiche, per la realizzazione di attività che possano condurre una riflessione collettiva sul concetto di corruzione. Mr. Richichi ha dichiarato: “Il vero problema non è la crisi economica, la radice di tutti i mali è la corruzione e se noi non ce ne occupiamo presto, questa distruggerà la nostra città.” Per l’amministrazione comunale l’evento costituisce un segno positivo, un messaggio di cui la città aveva bisogno e l’evento arriva proprio adesso che la città chiede risposte.

Dopo tante polemiche, adesso anche il sindaco collaborerà con Mr. Richichi e la loro collaborazione sarà inaugurata in occasione del lancio delle monete euro effettuato da Mr. Richichi, il quale è stato posticipato di alcune settimane ma la quantità di denaro aumenterà per un totale di 3500 monete euro, grazie ad una donazione fatta dal gallerista bagherese Adalberto Catanzaro, e sarà sempre realizzato dal balconcino comunale.

La performance del lancio delle monete ha avuto grande attenzione mediatica e la partecipazione popolare all’evento di sabato è stata molta alta ma l’iniziativa ha riscontrato anche alcune critiche. A tal proposito Mr. Richichi ha affermato: “Ho parlato con tanta gente, c’erano persone che mi dicevano che erano venute con la speranza di raccogliere qualche moneta perché non potevano fare la spesa. Qui non si tratta più di arte o di fare provocazioni, tutto questo è inaccettabile. Come possiamo rimanere indifferenti davanti a tutto ciò?”

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*