Bagheria (Pa): Sarà ora di valorizzare il turismo?

Bagheria (Pa): Sarà ora di valorizzare il turismo?

La nostra redazione più volte si occupata di turismo, comunicazione e marketing: elementi fondamentali che porterebbero a rifiorire città culturali come Bagheria (Pa).

La nostra attenzione è stata spesso rivolta a questa cittadina che pur essendo ricca di arte e cultura, non riesce a fare del turismo una fonte di reddito per la città. Per dimostrare che anche dalle piccole cose si può partire per realizzare progetti importanti, abbiamo deciso di raccontarvi una “storia” che vede protagonista la nostra fotoreporter Elisa Martorana.

La vicenda ha inizio durante la ploclamazione di laurea della nostra collaboratrice, durante la quale un componente del Vespa Club di Marsala assiste casualmente alla presentazione della tesi di laurea di Elisa “Quelli di Bagheria dopo Baaria”. Un racconto artistico-fotografico quello della Bagheria di Elisa Martorana, che affascina moltissimo questa persona. Un entusiasmo tale che i due, insieme al resto del club vespista organizzano un tour di Bagheria e dintorni su due ruote. Elisa ha, così, raccontato la sua Bagheria  sfrecciando con la moto per il corso principale della città, nella frazione marinara di Aspra e vicino alle coste limitrofi di Porticello e Sant’Elia.

Un vero e proprio giro turistico con tanto di guida, esperta di arte e cultura. Il Club Le Ruote d’occidente è rimasto davvero soddisfatto ed ha ringraziato la “nocchiera” regalandole una targa personalizzata e due bottiglie di pregiato vino Marsala. I vespisti si sono ripromessi di tornare nella Bagheria di Elisa Martorana: la loro prima tappa sarà il  14 aprile, data in cui la giovane artista inaugurerà la mostra personale dedicata proprio alla sua tesi di laurea, che si terrà a Palazzo Cutò alle 18.00 in occasione della settimana della cultura organizzata da Officine Urban.

Un piccolo aneddoto che fa riflettere molto. Come mai una donna competente che ama il suo paese, l’arte e la cultura che la circonda è riuscita a portare turismo a Bagheria, mentre le amministrazioni annaspano e non sanno mai come muoversi? Forse perché in questo caso è stato accantonato l’interesse personale per dare spazio al bene collettivo, alla passione, all’amore per la tradizione e la cultura?

Bagheria ha bisognao di gente competente che sappia comunicare, che sappia riconoscere l’arte e farla amare a chi viene a visitare la città. Sarebbe bene che chi si occupa di comunicazione non sia un architetto, ma un comunicatore, a fare la guida turistica sia un esperto di arte e cultura e non un qualsiasi cittadino che non conosce nemmeno la differenza tra la pittura ad olio e un acrilico.

Che questo possa essere d’auspicio per il futuro della città, perché ai margini delle elezioni politiche sembra che Bagheria debba sempre rifiorire grazie alle belle parole dei tanti politici, ma quando arriva il momento di realizzare veramente qualcosa di concreto manca sempre il terreno sotto i piedi perché manca la competenza.

Forse la competenza c’è ma chi di dovere spesso non se ne accorge……

 

Giusy Chiello

Redattrice -giusy.chiello@ilmiogiornale.org

Foto e video: Elisa Martorana

Leave a Reply

Your email address will not be published.

*