Ultime

Appuntamento doppio al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (FI)

Domani l’anteprima della nuova produzione di Massimo Altomare e Rosanna Gentili; venerdì Roberto Castello e Andrea Cosentino in “Trattato di economia”.

Pin It

Giovedì 10 marzo 2016 – ore 21 – venerdì 11 marzo ore 22,15 – biglietti 10/8 euro
Teatro delle Arti – via G. Matteotti 5/8 – Lastra a Signa (Firenze)

Anteprima nuova produzione Teatro Popolare d’Arte
QUANDO IN ITALIA C’ERA GUSTO
AD ESSERE INTELLIGENTI

Devozioni domestiche
Teatro canzone con graffi, risa e lacrime
di e con Massimo Altomare e Rosanna Gentili
con la collaborazione di Gianfranco Pedullà

Un prezioso e piccolo spettacolo di teatro canzone sulla nostra Italia, vista con il cinismo e la lucidità dei grandi autori europei. Giovedì 10 marzo (ore 21  e in replica venerdì 11 alle ore 22,15) Massimo Altomare e Rosanna Gentili mixano canzoni popolari e d’autore, preziosi stralci di prosa e poesia. In “Quando in Italia c’era gusto ad essere intelligenti – Devozioni domestiche” scorrono così schegge di Giorgio Gaber e Kurt Weill, Franca Valeri e Pier Paolo Pasolini, Herbert Pagani a William Shakespeare, Bertolt Brecht e Marcello Marchesi, senza dimenticare Domenico Modugno e Eugène Ionesco.
Materiali che hanno in comune l’uso sapiente e salvifico dell’ironia e dell’intelligenza, anche quando si affacciano sugli abissi umani. Anteprima della nuova produzione del Teatro Popolare d’Arte. Spettacolo nell’ambito di Pass Teatri 2016.


 Roberto Castello e Andrea Cosentino in Trattato di EconomiaVenerdì 11 marzo 2016 – ore 21 – biglietti 15/13/10 euro
Teatro delle Arti – via G. Matteotti 5/8 – Lastra a Signa (Firenze)

ALDES – Rassegna Resi_Dance
TRATTATO DI ECONOMIA
corecabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza
Progetto, drammaturgia, regia: Roberto Castello e Andrea Cosentino
con Roberto Castello, Andrea Cosentino
Assistente Alessandra Moretti

La prorompente ironia di Andrea Cosentino e l’irriverenza di uno dei coreografi più apprezzati della danza contemporanea, Roberto Castello.

Da questo connubio nasce “Trattato di economia”, il corecabaret confusionale sulla dimensione economica dell’esistenza in scena venerdì 11 marzo al Teatro delle Arti di Lastra a Signa (ore 21 – biglietti 15/13/10 euro) nell’ambito della stagione 2015/2016 realizzata in collaborazione con la Fondazione Toscana Spettacolo onlus.
Un progetto performativo dalla travolgente comicità, tra parola e gesto, dove ci si interroga sul denaro, sul suo valore, sulla sua invadente onnipresenza e sulla sua sostanziale mancanza di rapporto con la realtà.
“Trattato di economia” segna l’incontro fra due artisti diversi per generazione, ambito, formazione e percorso artistico, che un giorno hanno scoperto di covare lo stesso desiderio: realizzare uno spettacolo sulla scienza che vuole liberare l’umanità dalla schiavitù del bisogno.
Dopo oltre un anno di letture, incontri, dubbi, entusiasmi e crisi il progetto ha inziato a prendere forma, una forma nella quale economia, arte e morale si aggrovigliano con esiti paradossali.
Porsi ai margini del contratto per renderne palesi i paradossi inventando situazioni limite e domande inappropriate è il modo per riprendere possesso, almeno simbolicamente, di ciò che non si capisce e non si controlla, annientandolo con una risata liberatoria.

Spettacolo nell’ambito della rassegna Resi_Dance organizzata dalla Compagnia Simona Bucci.

APERITIVO TEATRALE – Per chi lo desidera alle ore 20 il Teatro delle Arti propone l’Aperitivo teatrale con buffet e drink a 6 euro.
LABORATORIO COREOGRAFICO – Sabato 12 marzo dalle ore 12.30 alle 17.30 Roberto Castello proporrà un laboratorio coreografico per danzatori, attori, autori (spettacolo + laboratorio 45 euro)
ROBERTO CASTELLO è coreografo e danzatore, protagonista della scena della danza contemporanea da oltre trenta anni, più volte Premio Ubu con le sue opere, e direttore artistico di ALDES e di SPAM! Rete per le arti performative.
ANDREA COSENTINO è attore, autore, comico e studioso di teatro. Nei suoi monologhi il comico ed il tragico si fondono, con l’intento di scandagliare le verità più amare ed inconfessabili della società e della vita umana. Cosentino mette in scena un campionario parodico di stereotipi sociali dell’ Italia contemporanea, ma la sua satira non si limita alla facile caricatura, arricchendosi secondo alcuni di intenti metafisici, filosofici ed esistenziali tanto che alcuni dei personaggi che evoca finiscono per acquisire una dimensione poetica inaspettata ed inconsapevole. Tra i suoi spettacoli ‘La tartaruga in bicicletta in discesa va veloce’, il ‘dittico del presente’ costituito da ‘L’asino albino e Angelica’ (i cui testi sono pubblicati in Carla Romana Antolini (a cura di), Andrea Cosentino l’apocalisse comica, Editoria e spettacolo, 2008), ‘Antò le Momò-avanspettacolo della crudeltà’, ‘Primi passi sulla luna’ (pubblicato da TIC edizioni, 2013) e ‘Not here not now’. E’ fondatore del PROGETTO MARA’SAMORT, che opera per un’ipotesi di teatro del-con-sul margine, e promuove il format paratelevisivo autarchico Telemomò.
Biglietti 10 marzo Quando in Italia c’era gusto ad essere intelligenti
Posto unico intero 10 euro – ridotto 8 euro
Riduzioni: under 21, over 65, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso, abbonati stagione teatrale 2014/2015

Biglietti 11 marzo Trattato di Economia
Posto unico intero 15 euro – ridotto 13 euro (10 euro ridotto under 21)
Riduzioni: under 21, over 65, soci Coop, soci BCC, soci Biblioteca Comunale e Amici del Museo Caruso, abbonati stagione teatrale 2014/2015

Info e prevendite
Teatro delle Arti – viale Matteotti 5/8, Lastra a Signa (FI)
tel. 055 8720058 – 331 9002510
teatrodellearti.lastraasigna.fi@gmail.compromozione@tparte.itwww.tparte.it
Orari biglietteria: martedì 10-13, mercoledì e venerdì 17-20
La biglietteria sarà aperta inoltre in tutte le serate di spettacolo e di proiezione film

Fonte Teatro delle Arti e ALDES

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*