L’angolo della poesia: “Riprese” di Mattia Carta

Cari amici, oggi ritroviamo nel nostro spazio dedicato alla poesia  un autore che già abbiamo conosciuto con le sue Senza titolo VII b e Fossili: Mattia Carta.

I versi che vi proponiamo stavolta parlano del passato, quell’entità con cui tutti – volenti o nolenti – prima o poi facciamo i conti.

Prima di lasciarvi alla lettura di Riprese, vi ricordiamo che anche voi potete inviarci le vostre poesie a info@ilmiogiornale.org

 

 

Riprese


Ritorna da un lungo viaggio

agli occhi il passato

riempiendo la mente di una vertigine

muta.

Spazio immoto che improvvisamente

si dilata rasentando l’esplosione

per poi immediatamente ritirarsi,

sciogliendosi in suggestioni

di polvere.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*