Ultime

Alter Ego in “Concerto-Portrait” a Vorno (LU)

Pin It

Associazione Culturale Dello Scompiglio

presenta

 

Made in Italy 3×1

direzione artistica di Antonio Caggiano

 

18 aprile, ore 19.30

SPE – Spazio Performatico ed Espositivo della Tenuta Dello Scompiglio

 

Alter Ego in Concerto-Portrait

i cinque componenti del gruppo Alter EgoSabato 18 aprile alle 19.30 nello SPE – Spazio Performatico ed Espositivo della Tenuta Dello Scompiglio di Vorno (Lucca) Alter Ego presenta “Concerto-Portrait”, un viaggio musicale che ripercorre idealmente il cammino di ricerca e le prestigiose collaborazioni del noto gruppo contemporaneo romano nel corso della sua lunga carriera. In programma brani dedicati all’ensemble da compositori del calibro di Alvin Lucier, Emanuele Casale, Salvatore Sciarrino, Riccardo Vaglini e un omaggio a due grandi maestri italiani prematuramente scomparsi: Fausto Romitelli e Stefano Scodanibbio. Con il flauto di Manuel Zurria, il clarinetto di Paolo Ravaglia, il violino di Aldo Campagnari, il violoncello di Francesco Dillon e il pianoforte di Lucio Perotti.

L’appuntamento è inserito nel progetto “Made in Italy 3X1”, una rassegna proposta dall’Associazione Culturale Dello Scompiglio di Vorno (Lucca), diretta da Cecilia Bertoni, che prevede incontri e concerti di generi musicali diversi ma sempre dedicati alla creatività e alla genialità italiana. La direzione artistica del progetto è, ancora una volta, di Antonio Caggiano, attento interprete del repertorio contemporaneo, da sempre interessato alle esperienze più innovative della scena musicale internazionale, già presente in altre produzioni Dello Scompiglio e fondatore dell’ensemble di percussioni Ars Ludi.

 

Programma

Alvin Lucier (1931)                           Two Circles (2012)*

per flauto, clarinetto, violino, violoncello, pianoforte e suoni sinusoidali

Emanuele Casale (1974)                   5 (2002)* per flauto, clarinetto e nastro magnetico

Salvatore Sciarrino (1947)                Omaggio a Burri (1995)* per violino, flauto e clarinetto basso

Fausto Romitelli (1963-2004)            Domeniche alla periferia dell’Impero: prima domenica (1995)*

per flauto basso, clarinetto basso, violino e violoncello

Stefano Scodanibbio (1956-2012)     Ritorno a Cartagena (2003) per flauto basso

Riccardo Vaglini (1965)                    Serenade (2004)* per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte

 

Per Alter Ego: Manuel Zurria flauto, Paolo Ravaglia clarinetto, Aldo Campagnari violino,

Francesco Dillon violoncello, Lucio Perotti pianoforte

 

*dedicato ad Alter Ego

Si ringrazia Ars Publica Edizioni per la gentile concessione di Serenade di Riccardo Vaglini

 

Omaggio a Burri è un brano di Salvatore Sciarrino commissionato nel febbraio del 1995 dal Comune di Città di Castello per i festeggiamenti dell’ottantesimo compleanno del grande pittore Alberto Burri, originario del posto. A qualche settimana dalla commissione però Burri morì e quella che si proponeva come un’occasione di festa improvvisamente assunse il carattere di un requiem. Il brano, per violino, flauto e clarinetto basso, è un’amara riflessione sul tempo come metafora dell’esistenza. Nel suo svolgimento appaiono ticchettii e orologi di diversa natura, respiri, suoni svuotati dal suono stesso. Dedicatario del brano, Alter Ego ne interpretò la prima esecuzione assoluta al Teatro degli Illuminati nel luglio del 1995.

Scritto da Alvin Lucier, uno dei più importanti compositori americani viventi dopo la scomparsa di John Cage, Two Circles è stato esplicitamente concepito per Alter Ego, commissionato dalla Biennale di Venezia del 2012 ed eseguito dal gruppo in prima assoluta al Teatro delle Tese, a Venezia. Il brano, per flauto, clarinetto, violino, violoncello, pianoforte e suoni sinusoidali, è ispirato alla struttura architettonica del cimitero della famiglia Brion, nei pressi di Treviso, progettato dall’architetto Carlo Scarpa e fa uso di suoni sinusoidali su nastro che creano delle particolari interferenze col suono dal vivo, i “battimenti”, sui quali Lucier ha fondato la sua estetica più recente.

Composto da Emanuele Casale appositamente per Alter Ego, 5 è un brano per flauto, clarinetto e nastro magnetico che rispecchia la genialità e il temperamento del grande compositore catanese, creatore di musiche ad alto tasso adrenalinico in cui suoni e strumenti corrono e si rincorrono in un continuo gioco di prodigioso e vertiginoso virtuosismo. La prima esecuzione del brano è del 2002 all’Accademia Sibelius di Helsinki per il Festival Musica Nova.

Fausto Romitelli ha composto per Alter Ego la prima delle sue celeberrime Domeniche alla periferia dell’Impero, oggi considerata un classico del repertorio contemporaneo. Questo brano per flauto basso, clarinetto basso, violino e violoncello, composto a Parigi nel 1995 ed eseguito per la prima volta all’Istituto Italiano di Cultura di Parigi, segna l’inizio della lunga amicizia e della collaborazione fra il compositore e il gruppo contemporaneo romano.

Riccardo Vaglini ha composto nel 2004 la Serenade dedicandola idealmente al giovane Bruno Maderna, partigiano. In questo brano per flauto, clarinetto, violino, violoncello e pianoforte, che ha visto la prima esecuzione all’Istituto Italiano di Cultura di Colonia con Alter Ego, Vaglini con la sua consueta ironia ritaglia un’atmosfera densa e cupa che lentamente affluisce ad un canto partigiano di dubbia autenticità, per questo ancor più meritevole.

Grande punto di riferimento per Alter Ego, Stefano Scodanibbio da sempre è legato al gruppo da una “fratellanza musicale” che negli anni si è concretizzata in numerose collaborazioni, sia in qualità di compositore sia di contrabbassista. Scritto nel 2003, Ritorno a Cartagena è forse uno dei pezzi più belli mai composti per flauto solo negli ultimi vent’anni. È in realtà un pezzo di percussione suonato su un flauto basso dove è richiesta l’indipendenza tra azioni simultanee che si rivela in una straordinaria polifonia.

 

Nella Tenuta Dello Scompiglio, dalle ore 14.00, sono inoltre visitabili:

“N O T E S P A R S E”, mostra fotografica e video installazione di Silvia Lelli e Roberto Masotti (1997- 2006), in cui si propone una serie di immagini provenienti dalla scena e dalla musica che formano una visione personale e poetica. Fino al 5 luglio;

 

Opere permanenti

Camera #3, installazione di Cecilia Bertoni e Claire Guerrier con Carl G. Beukman; L’Attesa di Cecilia Bertoni;  In sosta di f.marquespenteado; There is not a priori answer to this dilemma (The Dolphin Hotel) di Francesca Banchelli; W18S di Antonio Rovaldi e Ettore Favini; Un Esilio di Valentina Vetturi; mostra collettiva Il Cimitero della Memoria; Arie per lo Scompiglio di Alfredo Pirri; Colours Passing Through Perceptions of Shadow and Light di Maurizio Nannucci.

 

Il Progetto Dello Scompiglio ideato e diretto da Cecilia Bertoni, prende vita nella omonima Tenuta, situata alle porte di Lucca, sulle colline di Vorno; una realtà in cui le attività legate alle arti visive e performatiche negli spazi interni ed esterni e il dialogo e le attività con la terra, con il bosco, con la fauna, con l’elemento architettonico contribuiscono a una ricerca di cultura. Ogni scelta relativa al Progetto è perciò valutata in relazione alla propria sostenibilità ambientale, attraverso forme di interazione e di responsabilità. All’interno della Tenuta Dello Scompiglio, accanto all’Azienda Agricola e alla Cucina Dello Scompiglio, opera l’omonima Associazione Culturale. L’Associazione dal 2007 crea, produce e ospita spettacoli, concerti, mostre, installazioni; realizza residenze di artisti, laboratori, corsi e workshop; organizza e propone itinerari performatici all’aperto, visite guidate, lezioni Metodo Feldenkrais®; gestisce lo Spazio Performatico ed Espositivo (SPE). Una particolare attenzione è dedicata infine alle attività culturali per bambini e ragazzi, con rassegne teatrali, laboratori e campi estivi.

 

Informazioni complete e aggiornamenti su programmi e orari www.delloscompiglio.org

 

Biglietti: Adulti € 12,00 | Ridotto bambini 3-12 anni, over 65, studenti universitari € 7,00

Biglietteria dello SPE  Via di Vorno, 67 – Vorno (LU)

dal giovedì alla domenica dalle ore 14.00 | tel. 0583971125 | biglietteria@delloscompiglio.org

Associazione Culturale Dello Scompiglio Via di Vorno, 67 – Vorno (LU)

tel. 0583971475 | 338 7884145 | info.ac@delloscompiglio.org

 

 

Foto Marco Delogu

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*