Ultime

A Borgo San Lorenzo (FI) la cultura protagonista a primavera

Pin It

Eventi frutto del lavoro dell’assessorato alla cultura e delle associazioni. Becchi “La sinergia premia sempre”

A Borgo San Lorenzo la cultura protagonista assoluta a primavera

Un ricchissimo programma che spazierà fra le varie arti e che valorizzerà i principali luoghi artistici del paese

 

Una primavera all’insegna della cultura. Borgo San Lorenzo vara un programma ricco di eventi che caratterizzerà l’intero periodo marzo-giugno. E che, nello stesso tempo, offrirà un panorama completo, spaziando tra tutti i generi delle arti, e valorizzerà numerosi spazi del Comune che sono ormai punti di riferimento per la cultura mugellana e non solo.

“Siamo molto orgogliosi del programma che abbiamo allestito, spiega soddisfatta l’assessore alla cultura, Cristina Becchi. Un programma completo realizzato a dispetto di risorse a disposizione tutt’altro che importanti, ma che dimostra quanto questa amministrazione creda nel valore della cultura. Siamo riusciti ad offrire un calendario ricco, che valorizza le nostre eccellenze. Un programma che rappresenta motivo di crescita per i nostri concittadini, di ogni età, ma anche motivo di richiamo per l’intero territorio. In tal senso mi preme ringraziare l’impegno ed il lavoro delle numerose associazioni culturali che hanno collaborato, dei nostri dipendenti e del centro ReMida, centro importante per il nostro territorio. Dimostrazione che fare sinergia è fondamentale per costruire cose importanti. Sono contenta delle novità e delle conferme che abbiamo cercato di sviluppare ulteriormente. Abbiamo cercato di valorizzazione ulteriormente alcune nostre strutture di eccellenza, prima su tutta Villa Pecori Giraldi, che sarà sempre animata, fulcro della nostra proposta culturale. E, conclude Becchi, mi sento di dire che questo sarà solo l’inizio di una proposta che vogliamo costantemente far crescere”.

facciata di Villa Pecori Giraldi a Borgo San LorenzoEd effettivamente a brillare in questa “galassia” di eventi è la stella di Villa Pecori Giraldi, che già è stata protagonista in questo inizio di marzo di iniziative come gli eventi per la festa della donna, e l’inizio della mostra, che proseguirà sino al 17 maggio “I Chini fra modernismo e oriente” che valorizza anche il Museo della Manifattura. E proprio nello scorso week end, e fino al 10 maggio l’istallazione “Il silenzio di Barbiana” di Antonio di Palma, al quale si aggiungano altre due istallazioni inedite e una mostra fotografica dedicata al “prete di Barbiana”, al quale sarà dedicato anche un importante convegno, sempre a Borgo San Lorenzo, in vista della Marcia a lui dedicata. Ma, come detto, il bello deve ancora venire: marzo si chiuderà con l’iniziativa “Dì di festa”, con laboratori per intere famiglie presso il Chini Lab. Davvero ricco il mese di maggio che si aprirà con Amico Museo, con la novità di “Mugello da fiaba”, ricchissimo evento dedicato ai più piccoli con letteratura, teatro, mostre e laboratori. La settimana seguente torna “Mugello Wild”, apprezzata mostra mercato culturale di animali esotici, acquaristica e molto altro. Quindi, in occasione della ricorrenza del centenario della Prima Guerra Mondiale dal 19 maggio al 7 giugno sarà realizzata una suggestiva mostra, realizzata in collaborazione con le scuole, che vedrà l’esposizione di pezzi dell’epoca. Anche giugno sarà tutto da vivere con “Notte dei Musei”, “In Liberty”, che dal 12 al 21 giugno vedrà gli artisti locali dell’Associazione Dinamo creare una settimana dedicata all’arte del Liberty con eventi musicali, teatrali e mostre che comprenderà anche il suggestivo parco della Villa. Che il 25 giugno ospiterà “Poesie in Villa” a cura dell’Associazione Lo Scrittoio, con letture, piccoli spettacoli teatrali e poesie.

Il centro storico ed i giardini di Piazza Dante saranno invece teatro di “Una nota per”, che quest’anno raddoppia il suo programma (6-7 giugno) con i concerti organizzati da “Gli amici delle biblioteche” ed un suggestivo Festival delle arti di strada che a luglio metterà in strade, piazze, giardini ed edifici storici il meglio della proposta culturale delle associazioni del territorio ma non solo, trasformando il paese in un palcoscenico a cielo aperto.

Musica classica protagonista nella chiesa di Sant’Omobono con quattro appuntamenti organizzati dall’Associazione Giotto in Musica (6, 13, 21 maggio e 3 giugno).

Mentre, per concludere, la Chiesa di San Francesco, nel mese di giugno, prima ospiterà “una giornata per Artemisia”, dedicata ai diritti delle donne, quindi, il 14 giugno, un concerto di musica classica, con un Quartetto impegnato in musiche di Mozart.

Ed il programma, ancora in evoluzione, potrebbe essere ulteriormente integrato da altri piccoli (ed anche più grandi eventi) che andranno a far risplendere ancora di più una primavera davvero degna di realtà ben più grandi.

“Un lavoro impegnativo, conclude Cristina Becchi, ma che dimostra quanto la volontà comune del nostro ricco panorama culturale possa produrre risultati veramente importanti.

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*