Ultime

“A casa da te” con Luca Lastilla

Pin It

E’ arrivata la primavera! Dopo un inverno freddo e lungo finalmente ecco giungere la bella stagione insieme alla fioritura profumata e colorata, al cinguettio degli uccellini, al sole dorato e alle voci dei bambini che corrono felici sui prati. Ad accompagnare l’arrivo della primavera, quest’anno, è arrivato anche l’ultimo album di Luca Lastilla, il cantautore fiorentino, che domenica 27 giugno alle 21.30 sarà a Sesto Fiorentino alla Festa Biancoverde, per presentare al pubblico le sue nuove canzoni.

“A casa da te” (traduzione di “Home” di Michael Bublè) è il titolo del suo ultimo album, uscito lo scorso 21 Maggio, nel quale l’autore ha inserito vari generi e temi musicali. Tra le canzoni dell’album spiccano “Meno di un dollaro”, una piacevole melodia che tratta il tema della povertà con riferimento alla discriminazione razziale da parte di chi povero non è,  “La farfalla che ho sulla testa” dedicata ai malati di Epilessia e “Immagini” dove Lastilla si cimenta nel rap.

Un posto di prestigio, a mio parere, occupa “Briciole sulla pelle”, una canzone d’amore scritta da Lastilla e da Francesca Lippi. Un brano in cui si nota un genere melodico e nello stesso tempo rocchettaro, dove il contenuto sembra avere un sottotesto sociale oltre che amoroso e passionale. Da poco è uscito anche il video di “Briciole sulla pelle”, una classica rappresentazione di un brano musicale un po’ meno convenzionale.

Curiosi di conoscere il perché della scelte particolari fatte dal cantautore fiorentino, lo abbiamo incontrato per saperne di più.

–          Luca, quali sono state le motivazioni che lo hanno portato a racchiudere tematiche e generi musicali di natura diversa in un unico album?

–          In realtà è stato un modo per arrivare a più persone possibili! Essendo ai più sconosciuto, volevo confermare di poter spaziare e spero di esserci riuscito. 

–          Come mai la scelta di tradurre un pezzo musicale come “Home” del grande Bublè?

–          Bublè, appunto, un grande! è stato un sogno che si è avverato! Un esame importante per me, riuscire a cantare una hit cercando di metterci del mio, un omaggio ad un grande artista e il desiderio di usare la lingua italiana (traduzione fedelissima di Silvia Palandri) per far vedere che ci sta bene anche nelle canzoni  internazionali.

–          Ho trovato “Briciole sulla pelle” un brano con un tema dominante, quello amoroso, e uno celato, quello sociale. Era questo il messaggio che voleva dare al pubblico?

–          “Briciole sulla pelle” per come a me è arrivata, è un brano stracolmo di passione, e questo è l’intento…far toccare con mano la passione con la quale faccio questo lavoro.

–          Come mai la scelta di realizzare un video molto tradizionale per una canzone, a mio parere, un po’ fuori dagli standard classici?

–          Dunque questo disco era nato con l’intento di fare semplicemente belle canzoni, invece poi tutti gli autori che vi hanno partecipato e sono riusciti, senza saperlo, a “darmi” canzoni che raccontano esattamente quella che è la realtà che sto vivendo io in questo momento. Quel video doveva essere per forza “vero” e farmi vedere per come sono in realtà…quindi normale…e la  speranza che tante persone vi si possano ritrovare.

–          Il pubblico toscano quando potrà assistere a concerti che vedono protagoniste le sue nuove “creature”?

–          Il primo appuntamento è fissato per il 27 giugno alla “Festa Biancoverde” dell’atletica castello in via R. Giuliani a Sesto Firoentino dalle ore 21.30 ingresso libero. In quel giorno ci sarà la prima uscita, con i fantastici musicisti che hanno suonato per altro l’intero album, di tutte le nuove canzoni e sono molto emozionato! Il concerto si chiama “IMMAGINI live experience” e l’energia farà da padrona. Vi aspettiamo!

–         Ha in programma tour al di fuori della toscana?

–          Fuori dalla Toscana ancora non ho date certe, anche se ci stiamo lavorando. Ma posso dire che il  17 luglio sarò a Nova Milanese per sostenere la Onlus “Azione Musica”, che attraverso la musica si adopera per importanti scopi umanitari e il 9 di agosto sarò ospite alla finalissima di un concorso a Comacchio, “Comacchio Canta”. 

–          Ha già in mente altri progetti per il futuro prossimo?

–          In questo momento sono impegnato nella promozione di questo lavoro ed è bello sapere che le tue canzoni “passano” su oltre 300 radio in tutta Italia dal Piemonte alla Sardegna. Anche se non sono grandi network sono le radio che ascolta la gente comune come me, e questo è l’importante! Per il resto vi invito a visitare periodicamente il mio sito per gli altri appuntamenti in continuo aggiornamento www.lucalastilla.com. A presto!

Giusy Chiello

Pin It

Scrivi un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


*