FacebookTwitter

Tag Archive | "seminario"

Seminario “Destinazione Spagna” a Cagliari


locandina del seminario Destinazione Spagna organizzato dalle Acli CagliariSeminario di approfondimento “Destinazione Spagna”

Introducción a la vida española

 

Le Acli di Cagliari proseguono i seminari di approfondimento sui Paesi europei. Il prossimo appuntamento è fissato per il 5 marzo 2015 alle ore 17, in Viale Marconi 4 a Cagliari e riguarderà la Spagna.

Durante il seminario saranno affrontati temi utili e fornite informazioni a chi è intenzionato a studiare, lavorare, trascorrere un periodo di vacanza in Spagna o, semplicemente, è affascinato da questo Paese.

Il seminario, propedeutico al corso di lingua e cultura spagnola che inizierà venerdì 13 marzo, è gratuito ma è richiesta l’iscrizione. Per maggiori informazioni contattare la segreteria organizzativa delle Acli Provinciali di Cagliari al numero 07043039 o all’indirizzo di posta elettronica acliprovincialicagliari@gmail.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in ... Comunicati Stampa, Associazionismo, Cultura e SpettacoloComments (0)

Seminario teatrale su training e script analysis a Cagliari


Teatro del Segno – Training e Script Analysis – Seminario di Recitazione diretto da Michael Margotta (Cagliari – 2/7 Marzo 2015)

 

il Teatro del Segno è lieto di comunicare Il primo dei laboratori inseriti nella sezione didattica della VII Edizione del festival PERCORSI TEATRALI

 

locandina del seminario di Michael Margotta a Cagliari su training e script analysis2/7 MARZO 2015
TRAINING E SCRIPT ANALYSIS diretto da  Michael Margotta

 

Orario lezioni: ore 10.00 – 22.30  – Il seminario è  rivolto ad un numero massimo i 20 allievi.

Note:

Nel seminario ci occuperemo di due degli aspetti fondamentali del lavoro dell’attore.

La prima parte di ogni giornata sarà dedicata al training di base, il cui cuore consiste nel rilassamento e negli esercizi sulle memorie sensoriali. Queste ultime sono un prezioso strumento di allenamento in vista del lavoro in scena o davanti a una macchina da presa e consistono in una gerarchia di esercizi che stimolano l’immaginazione dell’attore e ne sviluppano la forza di volontà e la concentrazione.

Il training di base includerà poi esercizi in coppia e in gruppo, esercizi per risvegliare il corpo, i muscoli, l’istinto e la capacità di pensare e reagire rapidamente. Esercizi per liberare l’attore dal giudizio e dalle paure che lo inibiscono nell’esprimere le potenzialità creative che già possiede in quanto essere umano.

La seconda parte delle giornate sarà dedicata all’analisi del testo. Proporrò agli attori di lavorare sui “trentatré step” che ho elaborato per guidarli in un’analisi piena, fisica e dinamica,della scena e dell’intero script.

L’obiettivo che spero di raggiungere con il seminario è far vivere agli attori in scena l’esperienza del non recitare e dell’essere solo umani. Questo è del resto, secondo me, il senso e la responsabilità del nostro lavoro: ricordare agli spettatori e a tutti noi cosa significa essere umani o, ancor meglio, mostrare qual è l’essere umano possibile, quello che ancora dobbiamo diventare.

Michael Margotta

Programma Didattico: www.teatrodelsegno.com/1/laboratori_671848.html

 

Quota di partecipazione al Seminario:

per chi si iscrive entro il 15  febbraio  2014: 450 euro comprensivi di quota assicurativa (euro 20) e Tessera Associativa (euro 5)

è prevista una riduzione del 10% per i possessori di carta giovani e i possessori della tessera associativa 2015 del Teatro del Segno
La quota d’iscrizione comprende:

·         traduzione simultanea dall’inglese – attestato di partecipazione e dispense

·         Sono escluse dal costo tutte le spese extra (vitto, alloggio, ecc.)

·         È possibile ricevere informazioni  sulla ricettività e l’ospitalità in case private

·         È richiesto il pagamento di un anticipo del 50% all’atto dell’iscrizione.

 

Info e iscrizioni: laboratori@teatrodelsegno.com – M. +39 331 6019645 – T. +39070680229

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in ... Comunicati Stampa, Associazionismo, TeatroComments (0)

Formazione per mediatore interculturale: seminario a Cagliari


locandina di un corso per mediatore interculturale a CagliariSeminario di formazione per mediatore interculturale in ambito scolastico, giuridico, sociale e sanitario.

L’Associazione Culturale Alfabeto del Mondo impegnata ormai da anni nel portare avanti un’importante attività formativa e sociale con la promozione dello studio delle lingue straniere, dell’italiano per gli stranieri e dell’inclusione sociale di immigrati e detenuti comunica che il giorno Sabato 28 febbraio 2015 dalle ore 8,30 avrà luogo un nuovo incontro per la formazione del mediatore interculturale. Il seminario si avvale di  insegnanti altamente qualificati con maturata esperienza nel settore.

Durante il corso verranno affrontati alcuni degli importanti temi legati ai servizi di cura dei migranti e alla comunicazione interculturale.

Il seminario fa parte integrante del progetto “Interculturalmente”, parzialmente finanziato dalla Regione Sardegna. In tale ambito, e fino alla capienza disponibile, è prevista la frequenza gratuita da parte degli insegnanti delle scuole materne e primarie. Gli altri partecipanti verseranno una quota di autofinanziamento per contribuire alle spese di organizzazione e gestione.  I posti sono limitati!

Il seminario si tiene a Cagliari  in via Alghero 13 primo piano.

Per il regolamento consultare il sito www.alfabetodelmondo.it; email a info@alfabetodelmondo.it; telefono 3312854727, 3474103290. Le prenotazioni degli insegnanti verranno accolte secondo l’ordine di arrivo.

 

Ufficio Stampa di Alfabeto del Mondo

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in ... Comunicati Stampa, Associazionismo, Cultura e SpettacoloComments (0)

Seminario su yoga e tecniche di respirazione a Palermo


Al centro di cultura Rishi un seminario in otto sessioni sull’Introduzione allo Yoga e le tecniche di respirazione, con il Maestro YogiRaj Aruna Nath Giri. Iscrizioni aperte

 

primo piano di un maestro di yoga“Introduzione allo Yoga: principi esoterico-filosofici della respirazione” è il titolo del seminario di primo livello alle discipline Yoga e alle principali tecniche di respirazione, che sarà tenuto a Palermo dal Maestro YogiRaj Aruna Nath Giri, su iniziativa del Centro di cultura Rishi. Il seminario, che è in programma nei locali di via Salvatore Bono 19 a partire da martedì 17 febbraio, si svolgerà in otto sessioni serali (17, 19, 21, 24, 26, 27 febbraio, 3 e 5 marzo) alle 20.

È già possibile iscriversi o chiedere informazioni su costi e modalità di partecipazione, telefonando al numero 091-6254135 o scrivendo una mail all’indirizzo rishi@centroculturarishi.it.

Il seminario sarà preceduto da un incontro introduttivo, in programma venerdì 13 febbraio, alle 19, sempre nei locali di via Salvatore Bono 19. L’ingresso all’incontro introduttivo è gratuito.

Il Seminario di primo livello ha come obiettivo l’introduzione dei concetti e delle tecniche di base per la presa di coscienza della respirazione, mettendo in evidenza gli aspetti esoterici e filosofici. Lo sviluppo della coscienza del corpo viene attuata tramite semplici posture che hanno il compito di stimolare muscoli ed articolazioni. La respirazione stimola il piano energetico e fa scoprire quanto la respirazione automatica, che l’essere umano usa normalmente nella sua vita quotidiana, sia molto lontana dalla respirazione profonda dello Yoga. La coscienza del piano mentale viene ottenuta attraverso tecniche di concentrazione e di rilassamento via via sempre più articolate.

Saranno introdotte anche le basi teoriche dello Ashtanga Yoga e tutte le tecniche saranno sviluppate con un approccio graduale che consentirà al corpo di adattarsi senza stress a una nuova qualitàdella vita.

Il Maestro Yogi Raj Aruna Nath Giri è nato in Argentina nel 1941. Nel 1969, dopo anni vissuti in Europa, visita l’Oriente e conosce in India il Maestro Yogarishi Dr. Swami Gitananda col quale trascorre un anno. Durante questo lasso di tempo approfondisce la conoscenza dell’essenza delle tecniche della cultura dello Yoga dei Rishi, e viaggia per tutta l’India visitando luoghi sacri ed incontrando Maestri di elevata spiritualità. Al ritorno in Europa sviluppa la pratica dello yoga ed inizia ad insegnare in diversi paesi tra i quali la Francia, la Danimarca e l’Italia. Allo stesso tempo amplia la propria ricerca scientifica seguendo le linee più avanzate nel campo della neurologia e della nutrizione cellulare. Nella sua evoluzione spirituale riesce a fondere tali conoscenze con l’obiettivo di elevare la coscienza dell’essere umano e sviluppare tutto il suo potenziale. Nei primi anni 80 Aruna Nath Giri si trasferisce in Sicilia, a Palermo, dove fonda il Centro di Cultura Rishi oggi riconosciuto a livello internazionale. l suo sapere, che gli deriva dell’antica Cultura dei Rishi e non solo, è una sfida per l’uomo del nuovo millennio, qualsiasi sia la sua condizione sociale o la sua età. Secondo i suoi insegnamenti, la Scienza e la Spiritualità possono oggi portarci sinergicamente a comprendere la struttura fisica, mentale e psichica del nostro essere e tutte le sue potenzialità.

 

Il Centro di Cultura Rishi è stato fondato dal Maestro Yogi Raj Aruna Nath Giri nei primi anni 80 a Palermo. Nasce come associazione senza scopo di lucro e la presentazione migliore che si può fare del Centro è quella di leggere un brano dal suo statuto: “Il Centro di Cultura Rishi ha lo scopo di promuovere, approfondire e diffondere la ricerca, lo studio e la pratica delle dottrine filosofiche-scientifiche universali, quali metodi di ricerca, formazione ed evoluzione dell’individuo.

Il Centro si propone,  in  particolare, la promozione e l’approfondimento e la diffusione della ricerca e dello studio delle dottrine e della pratica dello YOGA. Si propone altresì il raggiungimento degli scopi sociali attraverso la diffusione della pratica della medicina e dell’alimentazione naturale.

A Palermo sono attivi, oltre alla sede ‘storica’ di via Salvatore Bono, ci sono anche il Centro di Cultura Rishi Akiti di Via Lombardia 19 e il Centro di Cultura Rishi di via De Spuches 7.

 

Addetto Stampa per il Seminario

Alberto Samonà

albertosamona1@gmail.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in ... Comunicati Stampa, BenessereComments (0)

Donne e immigrazione in Sardegna: se ne parla a Cagliari


Locandina di un seminario a Cagliari su donne e immigrazioneSeminario “Integriamoci – Le donne e l’immigrazione in Sardegna”

L’associazione di volontariato Ipsia Sardegna, in collaborazione con le Acli Provinciali di Cagliari, organizza il seminario Integriamoci – Le donne e l’immigrazione in Sardegna che si svolgerà giovedì 22 gennaio 2015 presso la sede delle Acli Sardegna in via Roma 173 a Cagliari alle ore 15.30.

L’evento, organizzato con il contributo della Fondazione Banco di Sardegna, è finalizzato, da un lato, a fotografare i numeri della popolazione straniera residente nella nostra isola, e dall’altro, a presentare le trasformazioni che investono il fenomeno dell’immigrazione e, in particolare, i profili sociali delle donne immigrate.

4.922.085 sono gli stranieri residenti in Italia al 1 gennaio 2014 e rappresentano l’8% della popolazione totale. Rispetto al 1 gennaio 2013 si è registrato un incremento dell’1%. In Sardegna su un milione e seicentomila abitanti gli stranieri rappresentano il 2,5%, pari a 42.159 persone, di cui 23.642, il 56%, sono donne.

Alla donna immigrata – afferma la referente dello sportello Famiglia Acli – spetta il complesso compito di attuare un processo di metamorfosi tra le origini, il passato e le tradizioni che hanno caratterizzato la sua esistenza nei Paesi di partenza e il nuovo, mutato contesto di arrivo, che impone una incessante ridefinizione del proprio status identitario. Il ridimensionamento del Welfare State, l’invecchiamento della popolazione, l’aumento degli ingressi delle donne italiane nel mercato del lavoro, l’aumento delle famiglie mononucleari, rappresentano un insieme di fattori (economici e demografici) che hanno contribuito, quasi in maniera esclusiva, alla definizione di un profilo sociale delle donne migranti come tate, colf e badanti”.

Il seminario si concluderà con un focus sul fenomeno emergente degli “Orfani bianchi”, i bambini rimasti in patria figli delle badanti provenienti dall’Est.

Al convegno interverranno Benedetta Iannelli (Presidente IPSIA Sardegna), Mauro Carta (Presidente Acli Provinciale di Cagliari), Daniela Corona (Referente Sportello Famiglia Acli), Laura Badiu (Presidente dell’Associazione di volontariato Together) e Fatima Kouchrad (Presidente AMAL Sardegna).

Inoltre, grazie all’intervento di alcuni esponenti delle Associazioni degli Immigrati, si avrà modo di confrontarsi su quali siano oggi le problematiche e, al contempo, le opportunità per le donne immigrate in Sardegna.

La partecipazione all’evento è gratuita e si rilascia attestato di partecipazione.

Per maggiori informazioni e per le iscrizioni: segreteria.ipsiasardegna@gmail.com; 07043039.

 

Fonte dati DemoIstat 2014

 

Programma del seminario Integriamoci [file .pdf]

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in ... Comunicati Stampa, Associazionismo, Cultura e SpettacoloComments (0)

“Destinazione Germania”: seminario a Cagliari sulla “deutsche vita”


Seminario di approfondimento “Destinazione Germania”

Introduzione alla deutsche vita

 

locandina del seminario Destinazione GermaniaIn vista del prossimo corso di tedesco organizzato dalle Acli Provinciali di Cagliari che inizierà il 17 dicembre 2014, si terrà in Via Roma 173 a Cagliari un seminario di approfondimento sulla Germania. Il seminario avrà luogo il 10 dicembre 2014 alle ore 17.30.

Durante il seminario saranno affrontati temi utili e fornite informazioni a chi è intenzionato a studiare, lavorare, trascorrere un periodo di vacanza in Germania o, semplicemente, è affascinato da questo Paese.

 

Di seguito il programma:

• mercato del lavoro in Germania, le professioni più ricercate;

• studiare in Germania é facile;

• quali difficoltà superare all’arrivo: dalla ricerca della casa all’assicurazione sanitaria (obbligatoria).

 

Il seminario è gratuito ma è richiesta l’iscrizione. Per maggiori informazioni contattare la segreteria organizzativa delle Acli Provinciali di Cagliari al numero 07043039 o all’indirizzo di posta elettronica acliprovincialicagliari@gmail.com

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in ... Comunicati Stampa, Associazionismo, Cultura e SpettacoloComments (0)

Affetti e carcere: proposte operative


Riceviamo e pubblichiamo:

 

vignetta con due carcerati che, di spalle e uniti da manette, guardano il sole oltre una grataLa redazione di Ristretti Orizzonti, in collaborazione con la Conferenza Nazionale Volontariato Giustizia, in questi giorni sta facendo una grande campagna di informazione perché finalmente venga approvata una nuova legge che cambi radicalmente il modo di considerare i rapporti con le famiglie per le persone detenute. Stiamo raccogliendo le firme dei detenuti nelle carceri praticamente con un passaparola, è una cosa simbolica ma  si stanno attivando moltissime persone per mandarci firme e testimonianze (abbiamo indetto anche un concorso su questi temi). Speriamo che possiate aiutarci a dare forza a questa campagna che stiamo facendo in favore di una nuova legge (si può firmare dal nostro sito www.ristretti.org )

 

Vi facciamo anche una richiesta: verreste l’1 dicembre a un seminario dove c’è la possibilità di confrontarsi con le persone detenute e i loro famigliari su questi temi?

A presto e grazie.

La redazione di Ristretti Orizzonti


Seminario Nazionale di Studi

Per qualche metro e un po’ di amore in più

 

Lunedì 1 dicembre 2014, ore 9.30-16, Casa di Reclusione di Padova

 

La redazione della rivista dal carcere Ristretti Orizzonti, in collaborazione con la Casa di reclusione di Padova, organizza per l’1 dicembre 2014 il Seminario di Studi “Per qualche metro e un po’ di amore in più”, aperto a chi si occupa di “Carcere e affetti” (su prenotazione, per permettere l’accesso al carcere), a operatori, magistrati, avvocati, parlamentari, giornalisti.

Carceri più umane significa carceri che non annientino le famiglie

L’Europa non si può “accontentare” dei tre metri di spazio a detenuto per decretare che le nostre carceri non sono più disumane. Lo sono eccome, e lo sono in particolare per come trattano i famigliari dei detenuti: sei ore al mese di colloqui e dieci miserabili minuti a settimana di telefonata, spazi per gli incontri spesso tristi e affollati, attese lunghe, estenuanti, umilianti.

E allora chiediamo all’Europa di occuparsi anche delle famiglie dei detenuti, e di invitare l’Italia a introdurre misure nuove per tutelarle.

Siamo convinti che unirci in questa battaglia possa essere una forza in più per ottenere il risultato sperato. E noi speriamo che questa battaglia qualche risultato lo dia: una legge per liberalizzare le telefonate, come avviene in moltissimi Paesi al mondo, e per consentire i colloqui riservati. E una legge così, aiutando a salvare l’affetto delle famiglie delle persone detenute, produrrebbe quella “sicurezza sociale”, che è cosa molto più nobile e importante della semplice sicurezza.

 

ü  Troviamoci per mettere a punto finalmente insieme una proposta di legge, coinvolgiamo le famiglie di chi è detenuto, ma anche quelle dei cittadini “liberi”, perché in ogni famiglia può capitare che qualcuno finisca in carcere, e nessuno più dovrebbe essere costretto alla vergogna e alla sofferenza dei colloqui, come avvengono ora nelle sale sovraffollate delle nostre galere.

 

ü  Chiediamo da subito, in attesa di una nuova legge, delle misure urgenti per rendere più umani i rapporti delle persone detenute con i loro cari, perché l’“umanizzazione” delle carceri deve partire da chi non ha nessuna responsabilità, e subisce sulla sua pelle la detenzione di un famigliare.

 

Al Seminario interverranno figli, fratelli, sorelle, genitori di persone detenute.

La redazione di Ristretti Orizzonti

 

Si può aderire alla campagna “Carcere: per qualche metro e un po’ di amore in più” anche on line, firmando la petizione nel sito www.ristretti.org

 

Possono partecipare al Seminario operatori, esperti nell’ambito dell’esecuzione della pena, esponenti politici che abbiano intenzione di impegnarsi sul tema degli affetti delle persone private della libertà personale. Per l’ingresso in carcere è necessario mandare l’adesione alla mail direttore@ristretti.it

 


Hanno già dato la disponibilità a partecipare ai lavori:

 

Agnese Moro, figlia di Aldo Moro, uomo politico e giurista ucciso dalle Brigate Rosse il 9 maggio del 1978

Andrea Pugiotto, Professore ordinario di diritto costituzionale, Università di Ferrara

Lucia Castellano, ex direttrice del carcere di Bollate, autrice con Donatella Stasio del libro “Diritti e castighi. Storie di umanità cancellata in carcere”

Mauro Palma, pre­si­dente del Con­si­glio euro­peo per la coo­pe­ra­zione nell’esecuzione penale e con­si­gliere del mini­stero di Giu­sti­zia

Desi Bruno, garante dei detenuti Regione Emilia Romagna

Diego De Leo, Professore Ordinario di Psichiatria alla Griffith University, Australia (Diego De Leo, uno dei maggiori esperti internazionali di suicidio, direttore dell`AustralianInstitute for suicideresearch and prevention, affronterà il seguente tema: La possibilità di mantenere rapporti più umani con le famiglie per le persone detenute potrebbe costituire una forma di prevenzione dei suicidi?)

Margherita Forestan, Garante dei diritti dei detenuti del Comune di Verona

Armando Michelizza,Garante del Comune di Ivrea per i diritti delle persone private della libertà personale

Bruno Mellano, Garante dei detenuti della Regione Piemonte

Enrico Sbriglia, Provveditore dell’Amministrazione penitenziaria per il Triveneto

Alessandro Zan, deputato di Libertà e diritti

Sandro Favi, responsabile carceri Partito Democratico

Rita Bernardini, segretaria di Radicali italiani

Gessica Rostellato, deputata Movimento 5 stelle

Gianpiero Dalla Zuanna, senatore Scelta Civica

 Aderisce e sostiene l’iniziativa anche

Associazione comunità Papa Giovanni XXIII

Fondata da don Oreste Benzi

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in Dico la miaComments (0)

“Garanzia giovani”: nuovo seminario sul programma a Cagliari


locandina di un seminario delle Acli a Cagliari sul programma europeo Garanzia per i giovaniAcli Cagliari: nuovo seminario sul Programma Garanzia per i giovani

 

Prosegue la serie di seminari organizzati dalle Acli di Cagliari finalizzata ad illustrare il Programma europeo “Garanzia giovani” e le sue misure di attuazione. Venerdì 17 ottobre alle ore 18.30, in viale Marconi 4 a Cagliari, nuovo appuntamento.

Il Programma prevede una serie di misure, a livello nazionale e territoriale, volte a facilitare l’orientamento, la formazione e l’inserimento al lavoro degli under 30.

Il seminario è gratuito. Le iscrizioni scadono alle ore 18 del 16 ottobre. Per maggiori informazioni contattare la segreteria organizzativa via e-mail all’indirizzo:acliprovincialicagliari@gmail.com

Il seminario è finanziato dall’Assessorato regionale della Pubblica istruzione, beni culturali, informazione, spettacolo e sport con i fondi della legge regionale 3 del 2009.

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Posted in ... Comunicati Stampa, Associazionismo, Cultura e Spettacolo, Economia e DirittoComments (0)